Ragusah24.it


Arà, votiamola: la videostoria di Muni Sigona e il sogno per Toti, “figlio speciale”

Il progetto "La casa di Toti" è tra i finalisti del concorso "Nati per proteggere", con premio finale di 50 mila euro. Fino al 24 ottobre con un click si può votare la videostoria della famiglia modicana che vuole realizzare una grande casa di accoglienza per "ragazzi speciali"

muni e toti

C’è tempo fino al 24 ottobre per mettere in atto una vera e propria gara di solidarietà e consentire alla modicana Maria Muni Sigona di realizzare per suo figlio Toti e per gli altri ragazzi “speciali” come lui una grande casa di accoglienza, affetto, lavoro e futuro.

Il progetto “La casa di Toti” è infatti tra i finalisti selezionati per il concorso Axa “Nati per proteggere” e da ieri è attivo il voto online per le videostorie: attraverso questa ulteriore selezione si determinerà il vincitore, che si aggiudicherà il premio di 50 mila euro che servirà per realizzare il progetto proposto.

Si tratta, in questo caso, di un albergo etico gestito da operatori professionisti e da ragazzi come Toti, un delizioso 15enne che soffre di un grave disturbo psichico e che necessita di essere seguito e protetto in ogni momento. Il sogno della famiglia di Toti è, appunto, quello di creare un futuro per lui e per i suoi amici che non hanno nessuna colpa nell’essere diversi e speciali. L’albergo etico nascerà dalla trasformazione di una proprietà della famiglia a Modica in un albergo-comunità dove accogliere e coinvolgere i ragazzi con forti disabilità.

Ecco la videostoria di Toti:

Per votare basta andare sul sito www.natiperproteggere.it e votare la storia “Un figlio speciale“, inserendo il proprio indirizzo email, dando il consenso e poi convalidando sul link ricevuto sulla propria casella di posta. Ogni persona può votare una volta al giorno, fino al 24 ottobre, quando scadrà il concorso.