Ragusah24.it


A Palazzo Zacco, dal 17 novembre, la mostra “L’uomo in rivolta” di Guglielmo Manenti

L'evento è curato da Andrea Guastella e patrocinato dal Comune di Ragusa e rappresenta una riflessione sull’identità in crisi dell’uomo contemporaneo, attraverso il commento visivo a tre grandi opere letterarie

guglielmo-manenti

Sarà inaugurata il 17 novembre, alle ore 18, la rassegna di Guglielmo ManentiL’uomo in rivolta”, presso la Civica Raccolta “Carmelo Cappello” di Palazzo Zacco.

Nato nel 1976 a Scicli, Guglielmo Manenti, grafico, illustratore e fumettista, espone i propri dipinti e disegni fin dal 1996.  Ha illustrato numerosi libri in Italia e all’estero e collabora come disegnatore per svariate riviste. Ha inoltre progettato e realizzato scenografie, installazioni, performance e video di animazione. Vive e lavora a Modica.

majakovskij

La mostra, curata da Andrea Guastella e patrocinata dal Comune di Ragusa,  rappresenta una riflessione sull’identità in crisi dell’uomo contemporaneo attraverso il commento visivo a tre grandi opere letterarie: la “Metamorfosi” di Kafka, “Woyzeck” di Bűchner e le poesie di Majakovskij. Durante la mostra ci saranno degli incontri di approfondimento sui temi suggeriti dalla mostra con vari esperti,  come Danilo Amione, regista ,docente e critico cinematografico e la dott.ssa Annapaola Giannelli, psicologa.

Woyzeck

“Il ruolo dell’illustratore è come quello del traduttore che cerca una forma in un’altra lingua –  descrive così Manenti il suo approccio al testo  – cercando di entrare in sintonia con l’autore rispettandone lo spirito. Per poi accorgersi ogni volta di avere fallito e avere trovato altro”.

La rassegna potrà essere visitata fino al  prossimo 16 dicembre.

kafka