Ragusah24.it


Controlli antidroga, i carabinieri arrestano tre giovani

Un vasto servizio di controllo portato a termine a Santa Croce e nella zona di Ispica. Lo stupefacente era già pronto per essere venduto

Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Un’altra operazione antidroga dei Carabinieri della Compagnia di Ragusa, che ieri sera hanno eseguito un servizio a largo raggio nel territorio di Santa Croce Camerina, territorio da sempre oggetto di attenzioni per le attività di spaccio di stupefacenti, tanto che nell’anno 2016 sono state portate a termine, dai Carabinieri di Ragusa, due importanti operazioni antidroga, denominate “Kamarina Drug 1” e “Kamarina Drug 2” che si sono concluse con l’arresto di oltre 50 persone per reati connessi allo spaccio di stupefacenti. Nel corso del servizio sono state effettate numerose perquisizioni, sia all’interno di abitazioni che a bordo di veicoli fermati nel corso dei numerosi posti di controlli istituiti sulle principali strade della cittadina. Proprio nel corso di una queste perquisizioni i militari hanno tratto in arresto in flagranza di reato un tunisino di 20 anni trovato in possesso di 25 grammi di sostanza stupefacente del tipo hashish pronta per lo spaccio.

I Carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile di Modica hanno arrestato la scorsa notte in flagranza di reato due giovani ispicesi per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.

L’operazione dei militari dell’Arma, denominata Ispica Sicura e volta a prevenire i reati nelle zone più delicate del comune ed a controllare il corretto svolgersi della movida locale, ha visto impegnate diverse pattuglie. Intorno alle 4.00 di notte una pattuglia dell’Aliquota Radiomobile intercettava un’auto sospetta con a bordo due giovani che, alla vista dei Carabinieri, tentavano di dileguarsi. Il breve inseguimento conduceva a fermare l’auto in fuga ed a identificare i due giovani. Nel corso della fuga il passeggero aveva lanciato dal finestrino un involucro che i militari hanno recuperato, nello specifico conteneva circa 10 grammi di cocaina già divisa in 20 dosi ed hanno rinvenuto un consistente quantitativo di denaro che verosimilmente proveniva dallo spaccio.