Rimpasto a Vittoria: Barrano, Vinciguerra e Zorzi sono i nuovi assessori

Ad un anno e mezzo dalle amministrative, il sindaco di Vittoria, Giovanni Moscato, rimescola le carte e ufficializza il primo rimpasto. Nella compagine amministrativa restano Paolo Nicastro e Andrea La Rosa, fuori Daniele Scrofani e Maria Giovanna Cosentino mentre Gianluca Occhipinti dal 1 gennaio ricoprirà il ruolo di esperto alla Pubblica Istruzione, alla programmazione comunitaria, al randagismo, ai parchi e alle riserve.

I volti nuovi della giunta vittoriese sono quelli di tre consiglieri comunali: Daniele Barrano (Forza Italia) al quale vanno le deleghe ai servizi sociali e al personale, Valeria Zorzi e Alfredo Vinciguerra di Se la ami la cambi. Alla prima vanno lo sviluppo economico, le pari opportunità e i servizi demografici e statistici, al secondo cultura e spettacolo e le manutenzioni. Vinciguerra era il capogruppo di SAC al consiglio comunale e ha già rassegnato le proprie dimissioni, al suo posto subentra la 28enne Alessia Di Giacomo.

Il Sindaco ha deciso di trattenere per sé le deleghe all’agricoltura, alla programmazione comunitaria, alla pubblica istruzione e alla frazione di Scoglitti, dato che non è stato trovato un accordo sulla figura che potesse sostituire la Cosentino. A questo proposito Moscato parla di “unico grande dispiacere” perché “Scoglitti è il futuro del nostro territorio”. Al posto dell’assessore, però, Scoglitti avrà come referente il consigliere delegato Agata Iaquez e due consulenti esterni a titolo gratuito: Davide Privitelli che si occuperà di attività commerciali, pesca e turismo, e Alessandro Macauda al decentramento.

Entra, infine, nella maggioranza il gruppo “Vittoria che cambia” di Nello Dieli, che assume l’incarico di consulente per lo sviluppo economico.