Quattro ragusani e un albanese denunciati per furti e ricettazione

I Carabinieri della Compagnia di Ragusa negli ultimi giorni hanno sventato diversi furti in abitazioni, esercizi commerciali e alberghi, e hanno recuperato la refurtiva di quelli già consumati, denunciando in stato di libertà un ragusano di 25 anni e un albanese di 19 anni per ricettazione in concorso.

I due, durante la perquisizione nelle rispettive abitazioni, sono stati trovati in possesso di diversi pc portatili e tablet rubati in alcuni studi commerciali, studi legali e palestre, e avevano già tentato di resettare i sistemi operativi per prepararsi a rimetterli sul mercato. Tablet e pc, ma anche una tv da 49 pollici, per un valore che supera i 2000 euro, sono stati restituiti ai legittimi proprietari.

Nel corso dei servizi di controllo sono stati denunciati in stato di libertà altri tre ragusani (una donna classe ’79 e due uomini di 34 e 35 anni) sempre per ricettazione in concorso, poiché sono stati sorpresi con il bottino dell’ultimo colpo messo a segno in un albergo del centro. I tre si stavano già preparando a colpirne altri e sono ora accusati di furto e ricettazione. Durante la perquisizione nelle rispettive abitazioni sono stati recuperati diverse televisioni, schermi lcd per computers, server, quadri, profumi, refurtiva che supera i 4000 euro, sottoposta a sequestro al fine di eseguire i diversi accertamenti investigativi per identificarne i legittimi proprietari.