Il teatro conta! Fabio Guastella presenta “Abaco” e illustra i progetti futuri

A Ragusa è nata una nuova realtà, un’associazione che si pone come obiettivo quello di promuovere e divulgare la cultura teatrale, rivolgendosi ad un pubblico variegato di bambini, ragazzi e adulti. Si chiama “Abaco – Il teatro conta”, perché come l’abaco stimola nei bambini l’apprendimento coi numeri, l’associazione vuole stimolare le persone ad andare a teatro o ad approcciarsi alla recitazione.

Il presidente di questa nuova associazione è Fabio Guastella e con lui ci sono Luca Iacono, Giuseppina Vivera, Anita Indigeno, Adriano Di Bella e molti altri amici. Le produzioni teatrali all’attivo sono già diverse, in quanto ereditate da “Le officine sonore” di Lorenzo Licitra, che, per ovvie ragioni dovute ai suoi impegni musicali, non può più seguirle.

Per i più piccoli ci sono Sonnolina, Isidoro e le tre melarance e I tre porcellini; Tanti auguri, Prof! invece è lo spettacolo che si sta portando in scena per ragazzi e adulti, nei teatri e nelle scuole della Sicilia Orientale (Prossima rappresentazione la mattina del 21 marzo al Garibaldi di Modica).

Lorenzo (ndr: Licitra) è un grande amico e con Le Officine Sonore ci ha aiutato a divulgare il messaggio dell’importanza del teatro, ma oramai è molto impegnato e noi avevamo bisogno di più indipendenza” spiega Fabio Guastella, che parla poi degli impegni attuali e futuri: “Da due anni organizziamo la rassegna teatrale “Il Donnafugata dei piccoli”, dedicata ai bambini e realizzata in sinergia col teatro Donnafugata. E’ una stagione che va benissimo, tanto che riusciamo sempre a riempire il teatro pur proponendo due spettacoli alla volta. Quella in corso è iniziata il 27 dicembre e finirà il 15 aprile. Poi ci sono gli spettacoli che proponiamo ai dirigenti scolastici e che rappresentiamo la mattina proprio a scuola, destinati ad una fascia di età che va dai 4 agli 11 anni. A luglio uscirà il nuovo spettacolo, che poi porteremo in giro negli istituti nel corso dell’anno scolastico 2018-2019”.

In due anni la rassegna ha riscosso un successo davvero inaspettato, creando rete con altre compagnie teatrali quali Nave Argo di Caltagirone e La casa di creta di Catania. Abaco intende continuare, inoltre, il lavoro di promozione dei laboratori teatrali per bambini e ragazzi, già da tempo svolti in collaborazione con altre associazioni ed enti quali Santa Briganti di Vittoria, Masd, Caritas, il Liceo Classico Umberto I e la Scuola elementare Paolo Vetri di Ragusa.

Il teatro ha un valore inestimabile e tutto inizia dall’incontro magico tra spettatore e attore. Lavorare nella realtà ragusana – dice Guastella – non è semplicissimo, ma comunque il pubblico risponde bene. Gli spettacoli ad Ibla sono andati benissimo, i laboratori hanno moltissimi iscritti e quelli attualmente in corso termineranno a maggio. Abbiamo 40 bambini davvero meravigliosi con le loro diversità, e tutti vogliono mettersi in gioco. Quelli che gestiamo a Marina di Acate con la Caritas, poi, toccano davvero il cuore. Si tratta soprattutto di piccoli stranieri che vivono in condizioni precarie in mezzo alle campagne, e che vedono in noi l’unica forma di svago, socializzazione e divertimento. Coinvolgerli nello spettacolo Serrenentola, lo scorso anno, è stata un’emozione unica e speriamo di riuscire a fare ancora meglio in futuro”.