Cassonetti stracolmi in giro per la città. Ecco cosa sta facendo il Comune

Cassonetti pieni in diverse zone della periferia cittadina. Il ciclone raccolta differenziata non pare calare con l’arrivo della stagione estiva. E, se a Marina di Ragusa e Ibla, assicurano da Palazzo dell’Aquila, l’emergenza sta rientrando grazie all’intensificarsi dei controlli e degli interventi da parte della ditta responsabile del servizio, nelle periferie di Ragusa superiore non mancano le situazioni limite.

A ridosso di contrada Selvaggio, nei pressi della zona artigianale, da diversi giorni i cassonetti sono stati presi d’assalto e non bastano a contenere i rifiuti che arrivano da altre zone della città dove, per inteso, la differenziata è stata avviata. Spesso quindi chi non è ancora in regola decide di depositare l’immondizia nel primo cassonetto utile. In altri casi, come i condomini di via Paestum, di via Ercolano e zone limitrofe, i residenti segnalano criticità perché hanno sì ricevuto i mastelli per la differenziata con conseguente eliminazione dei cassonetti esterni, solo che il servizio partirà a settembre.

“Ogni giorno ci segnalano casi da verificare – spiega il sindaco Peppe Cassì che noi puntualmente giriamo alla ditta con la quale siamo a stretto contatto. Posso dire che la situazione delle aree turistiche, come Marina e Ibla, risulta molto migliorata. Prenderemo in considerazione tutti i nuovi casi per programmare gli interventi. Chiaramente non possiamo continuare a tollerare i comportamenti non regolari, a tutela della gran parte della popolazione che si sta adattando con sacrifici al nuovo sistema di raccolta rifiuti. Per questo abbiamo intensificati i controlli. In un momento difficile, di cambiamento, è necessario adeguarsi tutti nella maniera più veloce possibile”.

WhatsApp Image 2018-07-09 at 10.07.37 (1)