Dirigenti ridotti da 9 a 6. Si cambia tutto o non cambia niente?

1

La Giunta modicana ha deliberato la modifica dell’organigramma dell’ente e la riduzione del numero dei Dirigenti da 9 a 6, così come era previsto nel Piano di riequilibrio finanziario.

 

Il nuovo organigramma prevede che le competenze concernenti la gestione del personale e dei servizi sociali, prima in campo al dirigente Marzia Sammito, siano svolte da questo momento in poi dal Segretario Generale, dott. Antonino Di Blasi. 

Perde l’incarico anche il dirigente Giovanni Pluchino, che si occupava del settore Ecologia e che ora si occuperà del coordinamento delle attività di staff del sindaco. 

 

Ai dirigenti rimasti sono stati, in molti casi, assegnati settori diversi da quelli di cui si occupvano in precedenza. Adesso i Dirigenti del Comune sono:

  • dott. Angelo Sammito, responsabile dei servizi finanziari;
  • dott. Angelo Carpanzano, responsabile dei settori delle entrate e della Polizia Municipale;
  • dott. Giorgio Muriana Triberio, responsabile del coordinamento delle attività relative alla attuazione del Piano di riequilibrio finanziario;
  • ing. Carmelo Denaro, responsabile del settore della ecologia e dell’ambiente;
  • ing. Giuseppe Patti, responsabile del settore delle opere pubbliche e del centro storico, nonché responsabile delle attività per il completamento dei percorsi di adozione del Piano Regolatore Generale e del Piano Commerciale;
  • ing. Francesco Paolino, responsabile del settore urbanistica, scuola e manutenzioni.

 

“La Giunta – si legge in una dichiarazione congiunta di sindaco e assessori – intende evidenziare il rilievo che intende assegnare alla costituzione di un settore dedicato al coordinamento delle attività relative alla attuazione del Piano di riequilibrio finanziario (affidate a Muriana, che prima si occupava di cultura e pubblica istruzione, ndr), questione cruciale da cui dipenderanno nei prossimi anni importanti sviluppi sul tema del risanamento finanziario del Comune.

La Giunta rileva anche l’essenzialità delle attribuzioni assegnate al settore dell’ecologia (ora affidate a Denaro, che prima era il dirigente del settore urbanistica, ndr): per molti versi è indispensabile, per il nostro Comune, trovare delle soluzioni stabili e definitive sulla questione della raccolta differenziata e della discarica dei rifiuti urbani. 

La Giunta, considerando questioni strategiche la definitiva adozione del Piano Regolatore e del Piano Commerciale, entrambi in avanzata fase di istruttoria e pertanto meritevoli di una specifica attenzione anche in termini di assetto organizzativo dell’Ente, ha assegnato a questo fine un incarico speciale al dirigente del settore delle opere pubbliche, ing. Giuseppe Patti.

Infine si evidenzia che, coerentemente con le linee guida di riduzione della spesa, la Giunta ha scelto di non affidare un nuovo incarico esterno per il settore della Polizia Municipale, cessato quello del Comandante Giuseppe Puglisi, che dal 1° gennaio ha assunto lo stesso incarico al Comune di Ragusa e al quale la giunta ha espresso un ringraziamento per il prezioso lavoro svolto a Modica in questi anni. Anche in questo caso si tratta di un settore cruciale per il miglioramento della vivibilità nella città, in termini di ordine e sicurezza, a cui si dovrà continuare a garantire una guida adeguata e un funzionamento ottimale”.