Ancora sul canone idrico, la preoccupazione delle imprese

1

Le organizzazioni di categoria Cna, Confcommercio e Confesercenti si sono riunite per analizzare la questione relativa all’eccessivo aumento dei canoni idrici applicati alle imprese artigianali e commerciali operanti sul territorio comunale di Vittoria.

Unanimemente, si è convenuto di chiedere un incontro urgente con l’Amministrazione comunale (le richieste, in particolare, sono state rivolte al sindaco, all’assessore e al dirigente al ramo) per individuare percorsi che portino ad un equo riequilibrio della tassazione, ritenuta da tutte le categorie produttive eccessiva e vessatoria.

“La recessione economica – dicono in una nota congiunta i vertici delle tre organizzazioni a livello locale, rispettivamente Giuseppe Santocono, Antonio Prelati e Massimo Giudice – dovrebbe indurre gli amministratori a ridurre sensibilmente la tassazione locale, per favorire la ripresa economica del territorio e delle Pmi. Solo così si favorisce la ripresa economica del territorio”.