Casini “cancella” Ragusa. Forse tornerà…

0

Pierferdinando Casini è un affezionato della Provincia di Ragusa e in particolare di Modica: in passato non ha mai disdegnato di farvi tappa e di essere accolto dallo zoccolo duro dei suoi seguaci che qui ha tenuto ben piantato.

Oggi però sono stati loro a dover organizzare una gita fuori porta per incontrarlo, trasferendosi tutti in gruppo a Catania, dove il leader dello scudo crociato ha avuto occasione di presentare anche i candidati ragusani.

Dal programma della sua due giorni siciliana, Casini ha annullato una sola tappa: proprio quella di Modica, dove stamattina era prevista una conferenza stampa, disdetta all’ultimo minuto.

 

Peccato: sarebbe stato un appuntamento davvero molto partecipato, data la nostra curiosità di chiedergli la sua posizione circa la clamorosa autosospensione di circa 30 esponenti di spicco del partito ragusano – tra cui l’ex Presidente della Provincia Franco Antoci, che con il suo leader ha sempre avuto un rapporto diretto e naturalmente privilegiato – in polemica con le scelte della segreteria provinciale e di un candidato sindaco che a Ragusa non è stato, a quanto pare, designato proprio da nessuno. 

Che Casini non avesse voglia di rispondere giusto a questa domanda?

 

Il sospetto è legittimo, “ma – si affrettano a precisare dall’Udc di Ragusa – del tutto privo di fondamento”: Casini sarebbe stato costretto a saltare questa tappa per problemi di salute. 

 

Il segretario provinciale dell’Udc Pinuccio Lavima, che è in lista per la Camera dei Deputati, annuncia anzi che Casini potrebbe venire in provincia di Ragusa più avanti, dato che è nelle sue intenzioni scegliere Palermo per la chiusura della campagna elettorale.

“In ogni caso – annuncia Lavima – giorno 16 sarà a Modica l’assessore Patrizia Valenti, giorno 17 farà tappa a Vittoria e Scicli l’assessore Dario Cartabellotta e giorno 21 probabilmente organizzeremo un incontro a Ragusa con Ester Bonafede e il coordinatore regionale Gianpiero D’Alia”.

 

I maggiorenti dell’Udc regionale faranno dunque tappa in provincia di Ragusa e certamente l’argomento degli “autosospesi” – in pubblico o in privato – si dovrà affrontare, anche se Lavima si dice sereno: “Al momento tutto il nostro impegno è concentrato sulla campagna elettorale per le Politiche. E in questo contesto posso annunciare che stiamo raccogliendo nuove adesioni, che potrebbero essere ufficializzate già nei prossimi giorni”.