Il Pd e il Megafono vanno insieme alle Primarie

0

Il 24 marzo, così come avverrà su scala nazionale, anche il Partito Democratico di Ragusa, con molta probabilità, celebrerà le primarie, non si sa se chiuse o di coalizione, certamente con Il Megafono di Rosario Crocetta, con il quale è stato avviato un percorso congiunto per la scelta del candidato sindaco del capoluogo. Se, come sembra ovvio, il Pd non esprimerà una candidatura unitaria si procederà, dunque, con le primarie che potranno essere aperte ad eventuali alleati. Sicuro è che a Ragusa, non potrà essere riproposto il largo schieramento di Governo che c’è alla Regione, considerato che, per esempio, il movimento Territorio, il cui leader Nello Dipasquale è organico alla lista Crocetta, ha già uscito fuori il nome del candidato a sindaco con Giovanni Cosentini.
Dunque o Territorio compie un passo indietro o non sarà organico alla coalizione di centro sinistra per tentare la conquista della poltrona di Palazzo dell’Aquila, a meno che non partecipi alle primarie con Giovanni Cosentini candidato.
Intanto domani mattina, è stato ufficialmente annunciato, dal Partito Democratico e da Il Megafono l’incontro con l’Udc. Ma verrebbe da chiedersi con quale Udc? Una domanda legittima considerato che tutto il gruppo che fa capo all’ex Presidente della Provincia regionale Franco Antoci è autosospeso e pare si stia organizzando, secondo indiscrezioni, a uscir definitivamente dal partito dello scudo crociato, all’indomani dell’esito delle Politiche, per creare una propria lista civica.
Comunque tornando all’incontro di domani, pare che il Pd e Il Megafono incontreranno direttamente il segretario provinciale Pinuccio Lavima e Sonia Migliore, ossia la potenziale candidata sindaco dello scudo crociato, e motivo della diaspora interna all’Udc stesso.
“Il Pd – ha dichiarato il segretario cittadino Giuseppe Calabrese, ad anticipazione dell’incontro di domani – sta lavorando, insieme a “Il Megafono” per la creazione di una coalizione ampia da cui dovranno uscir fuori, per chi ci sta, importanti programmi politico-amministrativi. Soltanto dopo, ricorrendo alle primarie di coalizione appunto, si procederà all’individuazione del candidato sindaco”.
Dunque nessuna posizione prestabilita al tavolo delle trattative, aperto a chi vuole condividere questo percorso e non certo a chi ha mire verticistiche già in partenza.
Intanto quello di domani mattina è il primo incontro ufficiale che si avrà per costruire questa coalizione di centro-sinistra che potrebbe anche coinvolgere IdV e Sel.