Nel ricordo di Zio Pietro, Bonarrigo fa tre gol

1

C’è una striscia nera su questa giornata calcistica iblea. Perchè il ricordo di Pietro Scollo, di quel ‘baffo’ e di quegli occhi vispi di un ultranovantenne unico, che nessuna squadra siciliana vedrà più, è troppo grande per essere dimenticato. E nessun risultato, nessun campo, nessuna partita, nessun gol, restituisce almeno in questa ‘difficile’ domenica di marzo, il sorriso nel ricordo di quello straordinario uomo di calcio e di campo che è stato Pietro Scollo, la storia e la ‘leggenda’ del Modica calcio. Ma il campo ha recitato i suoi atti comunque. E allora finalmente il Ragusa ha ritrovato se stesso. E la firma è di uno dei tanti ragazzi di Zio Pietro, Carmelo Bonarrigo, che nel Modica giocò, vinse e fece tanto divertire Pietro Scollo. Oggi è il capitano del Ragusa ‘Meno gol’; e lo ha fatto da protagonista qual è, regalando una domenica di gioia al suo presidente ed alla sua squadra. Facendo due gol e trascinando il Ragusa ad un ritorno alla vittoria ed ai tre punti in un sol colpo, che non venivano da tanto tempo. Due gol al Montalto e Giuseppe Anastasi, il suo allenatore, che Bonarrigo ha strenuamente difeso quando in tanti ne chiedevano ‘la testa’, tira un sospirone di sollievo. La classifica langue ancora ma non come prima. La zona play out si è un attimo allontanata. Solo un attimo però, perchè comunque c’è da andare a far punti fuori casa. Subito e presto. Intanto però è tornata la vittoria. Da dedicare a Pietro Scollo, avrà pensato Bonarrigo. In Eccellenza, purtroppo, mentre il Comiso non molla la presa e continua una difficile, complicata ma possibile risalita, cede il Vittoria sul campo della Tiger Brolo e l’Orlandina allunga forse in modo decisivo. Uno stop imprevisto anche se il Vittoria di oggi non è stato certamente il migliore dell’anno. Pesa il rigore a metà ripresa che ha deciso il match e pesa l’espulsione di Cocimano che ha fermato una rimonta comunque difficile. Peccato. Il Comiso invece ha fatto 2-0 al Villafranca che non è il Barcellona ma che comunque ostacolo era. Kumbi e Lo Presti gli autori dei due gol, che fanno sognare una rimonta oggi più possibile di ieri. Qualunque siano le forche caudine sotto cui passare, il Comiso sa di avere preso la strada giusta per salvarsi. Misterbianco-Modica, ovviamente, non s’è giocata…