La Nova Virtus passa a Trapani e supera il turno

0

Per nulla facile! Come da previsione. Ma, alla fine, la Nova Virtus ha fatto valere il proprio maggior tasso tecnico ed atletico, aggiudicandosi a Trapani gara 2 dell’ottavo dei play-off. Acquisito, così, l’accesso ai quarti, senza necessità di far ricorso alla “bella”.

Dopo l’agevole successo in gara 1, la Nova Virtus ha dovuto sudare le proverbiali sette camicie per ridurre alla ragione Montalto e soci. Sul parquet amico, infatti la Virtus Trapani ha venduto carissima la propria pelle e, solo grazie ad un imperioso break ad inizio ultima frazione, i virtussini iblei sono riusciti a chiudere i conti. Nel finale, poi, hanno gestito con nonchalance, dando modo a coach Di Gregorio di poter mettere in campo anche i più imberbi.

Si parte con Trapani che detta tempi e ritmi, sì da incanalare la partita a piacimento, tanto da chiudere avanti il primo periodo (19-17 al 10’). Gli ospiti non riescono ad imporre il proprio gioco, Licitra e Mammana si caricano pure di falli (ed usciranno anzitempo per raggiunto limite), mentre Iabichella stenta a carburare. Tocca perciò al capitano Alessandro Sorrentino sorreggere i suoi, anche se all’intervallo lungo solo un’inezia continua a dividere i due team (35-36).

Alla ripresa, la Nova Virtus sembra poter decollare, ma coach Grasso ordina gli straordinari in difesa e viene ripagato dall’intero roster che riesce, almeno in parte, a frenare l’offensiva dei biancazzurri. Al gong del 30’, infatti, la contesa è ancora aperta, malgrado il piccolo solco scavato dai ragusani (54-60). L’equilibrio, però, si rompe definitivamente quando il gioco si fa … duro, ossia nell’ultimo “tempino”. Accanto al solito Sorrentino, sale in cattedra anche Matteo Iabichella, mentre Enrico Distefano apporta il solito prezioso mattoncino e Simone Licitra “fattura” canestri preziosi. La Nova Virtus, quasi di slancio, prende il volo e supera anche il tetto dei 20 punti di vantaggio. Coach Peppe Grasso capisce che è finita e dà il giusto spazio anche ai ragazzini, presto emulato dal tecnico ospite Di Gregorio. Davide Pellegrino si mette in buona evidenza, ma a farsi luce, con un recupero che rende assai onorevole la sconfitta in termini di punteggio finale, è proprio la squadra di casa che conclude tra gli applausi del proprio pubblico la stagione.

Per la Nova Virtus invece, arrivano i quarti dei play-off. L’avversario, quasi certamente, sarà il temibilissimo Basket Mazara. Prima gara in casa Nova Virtus, al PalaPadua, domenica 21 aprile. Difficile il recupero almeno per quel match, sia di Andrea Sorrentino che di Matteo Distefano, la cui assenza a Trapani si è fatta sentire non poco.