Liti a Vittoria sedate dalla Polizia

0

Per una lite sono stati denunciati due fratelli vittoriesi di 32 e 27 anni. La vittima, un uomo di 33 anni ha voluto sporgere querela nei loro confronti. Fra loro, in precedenza erano intercorsi rapporti di lavoro. I due fratelli si sarebbero introdotti con l’inganno nell’abitazione del malcapitato per esigere il pagamento di lavori già eseguiti e lo avrebbero aggredito utilizzando, per colpirlo, anche un portaombrelli che era in loco. Tutta la scena si sarebbe svolta alla presenza della moglie e del figlio neonato della vittima. La Polizia intervenuta ha sedato gli animi ed evitato conseguenze più gravi. Per un’altra lite, questa volta in famiglia, gli agenti del Commissariato di Polizia di Vittoria hanno denunciato una ragazza di 21 anni querelata dall’ex suocero perché si sarebbe recata nell’abitazione dell’ex compagno che ora vive con i genitori ed avrebbe sferrato calci e pugni al portone d’ingresso, sino a sfondarlo ed una volta dentro l’appartamento avrebbe inveito furiosamente contro l’uomo ingiuriandolo e minacciandolo. Il motivo di tanta rabbia sarebbe stato il mancato rispetto di alcune prescrizioni relative all’affidamento di un bimbo che suo malgrado è conteso tra i due genitori ormai separati.