Apre i battenti la 29° Agrem alla Fiera Emaia

4

E’ stato affidato al Commissario della Camera di Commercio di Ragusa, Sebastiano Gurrieri, il taglio del nastro che stamattina ha ufficialmente dato il via alla 29° Agrem alla Fiera Emaia di Vittoria. Con lui, tra gli altri, il Sindaco Giuseppe Nicosia, il Commissario della Provincia Giovanni Scarso, il Presidente del consiglio comunale Di Falco e i vertici dell’ente fieristico.  Da oggi e fino a domenica, dunque, il mondo dell’ortofrutta e dell’agroalimentare si incontra e si confronta all’interno dei padiglioni della cittadella fieristica che ospita quest’anno 56 stand nel padiglione A, di cui 12 dedicati alla rievocazione storica della filiera del pane, e altri 83 stand nel padiglione B, di cui 5 ospitanti il Museo delle macchine agricole d’epoca.  Un incremento del 33% di espositori appartenenti anche all’universo della meccanizzazione, del settore sementiero, della difesa e della nutrizione delle piante e delle nuove tecnologie da applicare in agricoltura. Questa 29° edizione di Agrem proporrà ai suoi visitatori i Saloni delle coltivazioni fuori suolo, dell’arte bianca e della celiachia, una mostra pomologica con annessi test e comparazioni fra vari prodotti, visite ai campi prova, workshop con buyer internazionali e due importanti convegni su “Sviluppo delle coltivazioni fuori suolo nella serra mediterranea” e su “Vivere bene la celiachia, aspetti psicologici-sociali e informazioni di carattere medico-scientifiche”.

“La Fiera Emaia è la casa delle imprese” ha dichiarato il Presidente dell’ente, Giovanni Denaro, nel corso della cerimonia inaugurale. “Questa tre giorni servirà, pertanto, da vetrina per le nostre eccellenze ma anche per fare il punto sulla crisi che ha messo in ginocchio il settore e sulle eventuali soluzioni da proporre per far si che i nostri produttori non siano ancora penalizzati rispetto ad altri di altre parti del mondo. Sono poi felice di annunciare il ritorno del Premio Grappolo d’oro e Garofano d’oro che l’anno scorso sono stati sospesi come segno di rispetto per le decine di aziende devastate qualche giorno prima dal ciclone Athos”.

“L’Agrem ha lavorato e continua a lavorare bene” ha affermato Nicosia. “Quella dell’anno scorso è stata un’edizione di grandissimo successo della quale si è occupato anche il tg1 e quest’anno si annuncia lo stesso risultato se non uno ancora più importante date le iniziative e i confronti di rilievo e l’ottima esposizione specialistica. Non aspettatevi le migliaia di visitatori perché non è la fiera popolare di novembre ma un appuntamento che serve per riflettere, per programmare e per rilanciare sui temi dell’agricoltura a noi tanto cari.”

“La Fiera Emaia è ormai un’istituzione a livello regionale e quando si tratta di venire qua ad inaugurare sono felicissimo perché Vittoria è la punta di diamante dell’agricoltura iblea” ha concluso il Commissario Giovanni Scarso. “Questa Agrem si inaugura in un momento di grandissime criticità e ristrettezze economiche ma lo sviluppo della nostra provincia in passato è dipeso proprio da quello dell’agricoltura vittoriese e adesso dobbiamo lavorare tutti insieme, nonostante le ristrettezze economiche, per ridare alla nostra agricoltura, che è molto all’avanguardia, lo stesso ruolo che ha avuto in passato”.

Gli orari di apertura al pubblico della 29° Agrem sono dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 21.