Anziana rapinata in casa a Vittoria, due arresti

0

Sono stati gli uomini della squadra mobile e del commissariato di polizia di Vittoria a far scattare le manette ai polsi di Alessio Rotante e Giovanni Bocchieri, entrambi vittoriesi con precedenti di polizia, ritenuti i presunti responsabili. Secondo la ricostruzione fatta dagli investigatori, in base alle testimonianze fornite dalla vittima, pare che la donna intorno alle due di ieri pomeriggio, mentre riposava, abbia sentito dei rumori al piano di sopra. Insospettita stava salendo le scale quando si è trovata davanti i due, a volto scoperto, che erano entrati dal terrazzo.
Subito, le avrebbero coperto la bocca, trascinandola giù per le scale e bloccandole i polsi con del nastro adesivo. L’anziana sarebbe riuscita a divincolarsi dalla presa e a slegarsi e così i due malviventi l’avrebbero picchiata e minacciarla di morte se non avesse consegnato loro soldi e gioielli. Durante la colluttazione – secondo quanto riferito dagli inquirenti – la vittima, facendo ricorso alle ultime forze, avrebbe graffiato uno dei criminali, urlando a squarcia gola. E’ stato il tempestivo intervento di un vicino di casa, allarmato dalle urla, a bussare violentemente alla porta d’ingresso dell’abitazione e a far desistere i due che hanno lasciato cadere per terra la poveretta, fuggendo da dove erano entrati. Dato l’allarme al 113 e trasferita la donna in ospedale, sono scattate le ricerche. Gli agenti hanno individuato in zona la presenza di una telecamera e, recuperate le immagini, hanno notato due giovani corrispondenti alle descrizioni fornite dalla vittima che si allontanavano precipitosamente. Di li a poco, in due distinte circostanze, gli agenti li hanno individuati e condotti al commissariato, dove sono stati riconosciuti anche dalla vittima. Rotante e Bocchieri sono stati accompagnati al carcere di Ragusa a disposizione del Sostituto Procuratore Serena Minicucci, con il coordinamento del Procuratore Capo Carmelo Petralia. Sono in corso ulteriori indagini per verificare se i due uomini siano coinvolti in altri analoghi episodi consumati nei mesi scorsi a Vittoria sempre a danno di anziani.