Litigano per chi deve farsi la barba e uno ferisce l’altro con la forbice

13

Una semplice precedenza per una rasatura di barba è finita nel sangue all’interno di un centro di accoglienza per rifugiati politici a Modica. Un motivo banalissimo per far scoppiare la violenta lite, chi doveva farsi la barba per primo, ed ecco che la forbicina che doveva servire a uno dei due litiganti a sfoltire la barba si è trasformata in un’arma di aggressione da conficcare nella spalla dell’avversario. Evidente che i motivi di contrasto tra i due sono da ricercarsi altrove, antiche ruggini che si portavano dietro da Donnalucata, dove erano ospitati prima del trasferimento a Modica. Ieri però il culmine. Mentre l’aggredito stava già cominciando a radersi, l’aggressore gli si è avvicinato togliendogli lo specchio e dicendo di avere la precedenza. Da qui le urla che hanno attirato l’attenzione degli altri extracomunitari richiedenti asilo politico che si sono avvicinati per dividerli. Nella confusione l’aggressore prende la forbicina che teneva in tasca e la conficca con forza nella spalla dell’avversario che comincia a sanguinare copiosamente. A questo punto viene chiesto l’intervento della polizia. Giunti sul posto gli uomini del commissariato accompagnavano il ferito al Pronto Soccorso del Maggiore dove veniva curato e refertato con una prognosi di 20 giorni. I due extracomunitari sono stati segnalati al Questore di Ragusa che potrebbe prendere qualche provvedimento nei loro confronti.