Chiusura presidi di Polizia, il Siulp incontra il Prefetto

1

Ormai è ufficiale – a detta del sindacato di categoria del Siulp della polizia – la proposta del Dipartimento della Polizia di Stato che secondo un progetto finalizzato al risparmio economico prevede la chiusura di 11 Commissariati di Polizia Distaccati, 73 Uffici di Polizia Ferroviaria, 73 Sezioni di Polizia Postale, 27 Uffici di Polizia Stradale, 4 Nuclei Artificieri, 11 Squadre a Cavallo, 4 Sezioni Sommozzatori, 50 Squadre Nautiche oltre agli accorpamenti e rimodulazioni delle competenze di alcuni Compartimenti in ambito Stradale, Ferroviario e Frontiera.

Una delegazione del SIULP Ragusa con il segretario Flavio Faro, e dirigenti Nunzio Vittoria e Giovanni Bartolotta, come preannunciato, ha incontrato il Prefetto di Ragusa Annunziato Vardè al fine di argomentare la posizione del SIULP contro la chiusura di alcuni presidi nella provincia di Ragusa.

Certamente non si è mai pensato di obbiettare sulla chiusura del posto di Polizia Ferroviaria di Vittoria, inutile e funzionalmente inesistente, ma altra cosa è il Distaccamento Polizia Stradale di Vittoria o la Sezione Polizia Postale di Ragusa che come anzidetto sono da considerarsi reparti iperefficienti ed operativi e tra l’altro a costo zero.

Il Prefetto di Ragusa si è mostrato molto sensibile al problema confermando che rappresenterà al Dipartimento le specifiche esigenze territoriali che rendono necessari alcuni presidi assicurando tra l’altro il suo impegno affinché la professionalità dei poliziotti ed i servizi offerti alla cittadinanza nelle specifiche materie, nell’eventualità, vengano comunque assicurati da altri Uffici magari con l’incremento di personale.