Ladri di biciclette a Marina: arrestato un 25enne rumeno

0

Quatto quatto ha preso di mira un pensionato di 65 anni che, intorno a mezzogiorno, era uscito di casa, appoggiando la bicicletta al muro, per poter chiudere la porta, non accorgendosi che nei paraggi c’era il romeno già in agguato. Infatti sono bastati pochi secondi, a quest’ultimo, per saltare in sella e allontanarsi a velocità.

Il pensionato, in un primo momento ha tentato l’inseguimento a piedi ma si è arreso all’evidenza dei fatti, non riuscendo a competere con il ciclista. Allora – proprio come raccontato nel capolavoro cinematografico di De Sica – si è messo a urlare “al ladro, al ladro”. Le urla hanno avuto l’effetto sperato su alcuni passanti che, intuito cosa fosse avvenuto, hanno tentato di bloccare il ladro, senza alcun esito. Ci ha poi pensato un terzo passante che è riuscito ad agguantare il ladruncolo per il bavero del giubbotto, nonostante la resistenza opposta. Immediato l’intervento di una pattuglia dei carabinieri poco distante dai luoghi dove è stato consumato il furto, che hanno ammanettato il ladro, portandolo in caserma. Qui è stato dichiarato in arresto per reato di furto in abitazione e sottoposto a rilievi foto-dattiloscopici. Informato il pubblico ministero, lo hanno ricondotto al proprio domicilio agli arresti domiciliari. Il romeno, arrestato i primi di aprile mentre rubava rame dentro l’ex base militare di Comiso, aveva l’obbligo di dimora nel comune di Vittoria. I militari hanno anche segnalato il ladro alla Procura della Repubblica iblea per la violazione della misura cautelare in atto.

È stato determinante il contributo dei passanti che – richiamati dalla vittima – hanno bloccato il fuggitivo.