Ciao, Anna Maria!

213
anna maria ermigiotti

Nessuno è mai pronto quando c’è da andare via, recitava una ballata dedicata a qualcuno strappato alla vita da una brutta malattia. Nel caso di Anna Maria Ermigiotti, forse a non essere pronti eravamo noi: da colleghi, da amici fraterni, che l’abbiamo vista – chi da vicino, chi da un po’ più lontano – lottare ogni giorno per la vita e allo stesso tempo prepararsi ogni giorno alla morte. Consapevolmente e serenamente.

Anna Maria se n’è andata questa mattina, intorno alle 11, a 54 anni. Poco meno di un anno fa era tornato ad aggredirla quel “mostro” che non lascia scampo: il cancro ci aveva già provato con lei, negli anni passati, ma stavolta ha avuto la meglio. Lei che nella vita non ha mai voluto perdere, avrebbe fatto di tutto per vincere anche questa battaglia: e, finché le è stato possibile, l’ha fatto. Fino ai giorni trascorsi in ospedale, fino alle lunghe ore trascorse nel letto di questa drammatica lotta, non ha mai smesso di regalare a chiunque andasse a trovarla parole di coraggio e di ottimismo: una vera e propria sfida, alla morte che stava arrivando. Era così, era da lei.

Fino alla nostra ultima telefonata, ci siamo ripromesse che sarebbe tornata a scrivere per noi, su RagusaH24, come ha fatto fino alla scorsa estate, occupandosi di cronaca giudiziaria: il campo in cui è sempre stata la migliore.

Quello è il tuo posto, cara Anna Maria, come ti abbiamo detto in quell’ultima telefonata: è ancora lì e non lo prenderà nessun altro, perché nessun altro potrebbe mai sostituirti. Nel lavoro, come nell’amicizia e nella vita.

 

I funerali di Anna Maria Ermigiotti si svolgeranno lunedì alle 15 nella Chiesa Madre di San Pietro. Alla famiglia vanno intanto le condoglianze di tutta la nostra redazione.