Sabato notte finita in tragedia. Muore il 23enne Angelo Modica

660

Il sabato sera a Modica, in compagnia di alcuni amici; il rientro a Rosolini, a bordo del suo scooter di grossa cilindrata; lo schianto contro un muro, quando pochi metri appena lo separavano, ormai, dal centro abitato. E’ finita così, drammaticamente e precocemente, sull’asfalto della Modica-Rosolini, intorno alle 4 del mattino, la vita del rosolinese 23enne Angelo Modica. L’incidente, autonomo, ma che i carabinieri della stazione di Rosolini giudicano “anomalo” per tutta una serie di elementi sui quali occorrerà fare chiarezza, si è verificato su un tratto rettilineo. Angelo pare non indossasse il casco e la morte, pertanto, sarebbe sopraggiunta immediatamente. A lanciare l’allarme sono stati alcuni passanti e residenti che hanno allertato i carabinieri e l’ambulanza. Gli operatori del 118, però, giunti sul posto pochi minuti dopo, hanno solo potuto constatare il decesso dello sfortunato 23enne mentre i carabinieri hanno effettuato i rilievi, necessari alla ricostruzione della dinamica del sinistro. La salma di Angelo Modica è stata poi condotta all’obitorio del cimitero di Rosolini, in attesa della riconsegna ai familiari, mentre la notizia si è rapidamente diffusa sia a Rosolini che a Modica, turbando oltremodo una tranquilla domenica mattina di inizio estate.