Inno, abbonamenti ed entusiasmo delle scuole. In città scoppia l’USDRagusamania

18

#iotiforagusa è stato il claim scelto dalla società USD Ragusa per inaugurare questa nuova stagione calcistica. Nello stesso claim sono racchiuse tante motivazioni, non solo legate all’attività in campo, ma un concetto più generale per sottolineare il profondo legame con la propria città che, come spesso detto dal presidente Simone Mazzone, meritava di avere una squadra degna di questo nome.

#iotiforagusa da oggi è anche il titolo dell’inno che le Aquile hanno. Testo, musica ed esecuzione a cura della band ragusana Onorata Società. Per la prima volta l’inno sarà eseguito domenica 5 ottobre in occasione della partita contro ASD Macchitella Gela.
Silenzio dagli spalti, e prima del fischio di inizio, lo stadio “Aldo Campo” ascolterà l’inno che segnerà i momenti più salienti di questo campionato.
Abbiamo scritto l’inno per il Ragusa con il cuore – hanno esordito gli otto componenti della band ragusana – considerato che siamo stati anche tifosi in prima linea della squadra e che torneremo con grande passione all’Aldo Campo a tifare Ragusa. L’inno è stato un invito a crederci sino in fondo, a riscattare stagioni meno fortunate, e ad avere le Aquile nel cuore, d’altronde si sa bene che la fede calcistica è impossibile da sradicare. In un paio di settimane – hanno spiegato i ragazzi dell’Onorata – ci siamo messi su a scrivere testi e accordi, in versione ovviamente reggae come è nostra formazione, subito in studio di registrazione, con l’obiettivo di dare una mano alla mission del presidente Mazzone e di tutto lo staff tecnico. Crediamo profondamente nelle potenzialità della squadra e l’offerta che ci è stata fatta l’abbiamo considerata una bella sfida. E’ la prima volta, infatti, che scriviamo ed eseguiamo un inno. In ogni caso, ciò che ci piaceva trasmettere è la forza di riuscire ad entusiasmare una città attorno ad uno stesso progetto, ricordando ancora quando da più giovani alcuni di noi sono stati tifosi di una squadra che adesso è rinata. Dunque, da domenica, tutti insieme, sempre #iotiforagusa”.

Per ascoltare l’anteprima dell’inno ecco l’indirizzo:
[youtube]http://youtu.be/s5U2akTG1O4[/youtube]

E domenica subito dopo l’inno ci sarà da superare l’ostacolo Macchitella. L’undici gelese che sta soffrendo un avvio di campionato tutto in salita, è una di quelle squadre rognose da affrontare che venderà cara la pelle. Una di quelle partite in cui si ha tanto da perdere e poco da guadagnare. I pronostici sono naturalmente tutti per i padroni di casa che, fino ad ora, tra le mura amiche sembrano non avere rivali. Tre partite, coppa compresa, e tre vittorie. Cinque gol fatti e zero subiti. Il tecnico Utro potrebbe decidere di ributtare nella mischia Mattia Bennardo dal primo minuto. Il centrocampista modicano è una pedina importantissima nello scacchiere ibleo e la sua assenza si è fatta sentire. Proprio contro un’altra gelese, l’Atletico, si era infortunato ed ora potrebbe essere arrivato il momento del suo ritorno. In avanti Sansan – Valerio  – Pecorari in ballottaggio per due maglie. Al centro Vicari che sta vivendo un ottimo momento di forma.

Ci aspetta un gran pubblico domenica sugli spalti dell’Aldo Campo anche grazie alle iniziative collaterali che la dirigenza Mazzone sta organizzando per avvicinare sempre più la squadra ai propri tifosi.

Se venite allo stadio e tifate #forzaazzurri con questa energia, partiamo con due gol di vantaggio a ogni partita. Grazie, ragazzi”.

Basterebbero queste parole di mister Salvatore Utro a raccontare quanto calore, quanto entusiasmo, quanta partecipazione hanno accolto la rappresentanza dell’USD Ragusa presso la Scuola Media Vann’Antò di Ragusa, da parte degli alunni dell’istituto.

Calore ed entusiasmo da stadio, che si toccavano con mano (con i giocatori Alessio Milazzo, Alessandro Nigro, Sansan, Giuseppe LiCastri, Giuseppe Cavone e Ronny Valerio letteralmente sommersi da richieste di foto e autografi) e si udivano rimbombare nell’auditorium pieno di alunni, riuniti dal dirigente scolastico prof. Rosario Pitrolo, per ricevere i primi cento abbonamenti acquistati dal Comune ragusano nell’ambito del progetto “La scuola tifa lo sport”, che daranno diritto agli studenti di terza media e a un genitore di assistere gratuitamente o alle partite casalinghe della squadra azzurra allo stadio Aldo Campo (le altre 300 tessere saranno consegnate nei prossimi giorni anche agli studenti delle scuole “Pascoli” (Ecce Homo e San Giacomo), “Maria Schininà, “Berlinguer”).

 

A fare gli onori di casa il dirigente scolastico prof. Rosario Pitrolo che ha accolto il vice sindaco e assessore allo sport Massimo Iannucci, il presidente Simone Mazzone, il vice Ettore Tuccitto, l’allenatore Salvatore Utro e i giocatori della squadra azzurra.

È toccato al presidente Mazzone, dopo il saluto e le presentazioni di Ettore Tuccitto, spiegare il senso dell’iniziativa: “Ragazzi, qui ci sono ragazzi un po’ più grandi di voi che hanno raggiunto il loro obiettivo e realizzato il loro sogno. Sono testimonianza che bisogna credere e allenarsi ogni giorno, a cominciare dai banchi di scuola, per raggiungere i propri scopi. Il mio e il loro augurio è che anche voi possiate fare lo stesso. L’augurio nostro è anche che, grazie a questa tessera, possiate dimostrate questo straripante entusiasmo anche sulle tribune del nostro stadio, ogni domenica. Noi vogliamo uno stadio pieno: di tifosi, di ragazzi e di famiglie. Lo stadio deve essere il vostro luogo d’incontro, la domenica. Perché i nostri giocatori hanno bisogno della vostra spinta. L’iniziativa del Comune, a cui abbiamo partecipato con grande piacere, è molto positiva e si traduce così. Siccome voi siete ragazzi con meno di 14 allo stadio, grazie alla nostra promozione #familystadium, entrate gratis, se venite accompagnati dai vostri genitori (o dai vostri parenti). Ma anche vostro papà, grazie a questo abbonamento, entra gratis. E così pure vostra mamma, visto che anche le signore per l’USD Ragusa accedono gratuitamente allo stadio. Avervi nostri ospiti, insieme a tutta la vostra famiglia, per noi sarà un onore e un piacere. Perché #iotiforagusa, il nostro claim, deve diventare anche il vostro ”.

Le parole del vice sindaco Iannucci, che ha portato il saluto dell’amministrazione comunale ai giovani studenti, sono servite a ribadire l’invito agli stessi ragazzi per assistere  alle partite di calcio dell’USD Ragusa (oltre che della Passalazqua spediazioni che ha aderito alla stessa iniziativa): “Favorendo l’ingresso gratuito alle partite” ha sostenuto l’amministratore ”intendiamo farvi avvicinare quanto più possibile al mondo dello sport che deve essere vissuto come un momento di socializzazione ed educazione”.

Anche mister Utro è intervenuto sul tema: “Allenare, per me, è un po’ come fare il professore… Io devo mettere i miei ragazzi nelle condizioni di poter dare il meglio sul campo; i vostri insegnanti vi preparano alla partita della vita. E a voi dico, oltre a chiedervi di venire a darci il vostro calorosissimo tifo, di non smettere di allenarvi sui banchi e a casa. Chi prepara con la scuola il proprio sogno, prima o poi lo realizza”

 Finale, letteralmente, travolgente con gli alunni in delirio, alla ricerca di foto ricordo e autografi ai loro nuovi beniamini.