Il turismo sul litorale modicano è una cosa seria: il Comune non dà i numeri

0

Si racconta, fortunatamente, di un bilancio estremamente positivo.
E il bilancio è quello stilato e presentato in conferenza stampa, questa mattina, dall’Amministrazione comunale modicana e dall’associazione dei commercianti ed operatori turistici di Marina di Modica e Maganuco (Ascot).

E allora: da quanti villeggianti sono stati “presi d’assalto” i litorali di Modica, quest’anno? Parecchi, pare.
Anche se non è dato sapere il numero preciso. Né in termini assoluti, né in termini di confronto rispetto agli altri anni.

Almeno così si evince dal comunicato di Palazzo San Domenico:

Il punto è stato fatto, questa mattina, nel corso di una conferenza stampa tenutasi proprio a Marina di Modica alla presenza del sindaco, Ignazio Abbate, del presidente dell’Ascot, Maria Concetta Fiore, presente il consigliere comunale Luigi Giarratana.
Non c’è dubbio che quest’anno i numeri delle presenze sono molto interessanti rispetto al bilancio del 2013.
Maria Concetta Fiore non ha dubbi in questo senso. Il clima estivo di questi giorni continua a protrarre la stagione estiva con la presenza di numerosi turisti provenienti dal nord Europa grazie soprattutto all’attività dell’aeroporto di Comiso.
La pulizia dei luoghi e le manutenzioni straordinarie alle strutture, realizzate dall’amministrazione, hanno reso più accoglienti i due centri balneari che in piena estate hanno registrato la presenza delle famiglie e di moltissimi giovani.

L’Ascot ha già fatto istanza per entrare nel Consorzio degli operatori turistici della città in modo da poter beneficiare dei finanziamenti diretti e poter, così, concretizzare la programmazione 2015 che da qui a qualche settimana sarà redatta dall’associazione.
La realtà di Marina di Modica e Maganuco, che per il sindaco sono un’unica cosa, è cambiata radicalmente rispetto al passato. I risultati sono sotto gli occhi di tutti: alla manutenzione dell’Auditorium “Nannino Ragusa” a quella del lungomare, alla illuminazione agli interventi sulla rete idrica e fognaria e sulle aree pedonali e nei servizi a spiaggia nonché l’ordinanza che ha consentito la chiusura dei luoghi di ritrovo un’ora dopo rispetto agli centri limitrofi. Il primo cittadino ha annunciato la redazione del piano spiaggia che sarà sottoposto all’attenzione dell’Ascot prima di essere portato in consiglio comunale per l’adozione.

Questo consentirà, dopo tantissimi anni, di poter disciplinare gli interventi a mare dando la possibilità a chi vuole investire di farlo in modo sicuro e chiaro. Il sindaco si è impegnato a dare un contributo all’associazione come se si trattasse di un Centro Commerciale Naturale che potrà contare su un plafond di cento mila euro. Nella previsione degli interventi, la realizzazione di un pista ciclabile che colleghi Marina di Modica con Maganuco, la sistemazione di una mega bambinopoli e di un’area per la ginnastica per gli adulti nel lungo mare.

L’Ascot ha annunciato la creazione di un sito web, un corso d’inglese per gli operatori commerciali e turistici di Marina di Modica, la disciplina degli orari di apertura dei luoghi pubblici e la richiesta di una maggiore pedonalizzazione delle aree del centro.
Il consigliere Luigi Giarratana ha inteso sottolineare la necessità di adeguare i servizi resi dagli operatori economici alle nuove esigenze di un turismo che oggi è più evoluto rispetto al passato.
“Ritengo che gli investimenti fatti per Marina di Modica e Maganuco”, afferma il Sindaco Abbate: “sono stati ben ricompensati dalla massiccia presenza di turisti che oltre alla bellezza del posto hanno potuto godere dei servizi su cui l’amministrazione ha speso risorse importanti.
I centri balneari saranno presenti ad Expò 2015 all’interno di un filmato che sarà presentato in quella occasione. Continueremo a puntare sul turismo balneare potenziando i servizi e soprattutto la sinergia con i commercianti del luogo che è un modo per parlare lo stesso linguaggio e concretizzare obiettivi che sono comuni”.