Sorvegliato speciale alla guida di un’Alfa senza patente: arrestato

1

Si trovava tranquillamente alla guida della sua Alfa Romeo 166 privo della patente di guida che non aveva mai conseguito, quando i Carabinieri della Compagnia di Vittoria, impegnati in un servizio di controllo di soggetti destinatari di misure alternative alla detenzione, lo hanno riconosciuto e lo hanno fermato.

Ecco il racconto di com’è andata nel comunicato del Comando Provinciale Carabinieri di Ragusa:

Verso le ore 12.30 di ieri in C.da Pozzo Bollente, per C.V., 36enne pregiudicato rumeno, sottoposto alla sorveglianza speciale di P.S. nel comune di residenza, sono scattate le manette.
Il giovane, tratto in arresto in base a quanto previsto dal decreto legislativo nr. 159 del 2011, il cosiddetto “Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione”, è stato condotto presso la caserma di Via Giuseppe Garibaldi di Vittoria da dove, al termine delle formalità di rito, è stato sottoposto agli arresti domiciliari a disposizione del sostituto procuratore della Repubblica, dott. Gaetano Scollo, dinanzi al quale dovrà rispondere del reato di violazione degli obblighi inerenti alla sorveglianza speciale.
L’Alfa Romeo 166, per la violazione riscontrata, è stata invece sottoposta a sequestro.
Il rumeno, già noto alle Forze dell’Ordine, con precedenti per reati contro il patrimonio e contro la persona, era già stato arrestato nel 2013 sempre dai Carabinieri che, tra i compiti istituzionali, hanno anche quello di verificare quotidianamente che i soggetti destinatari di misure di prevenzione, ovvero a cui sono state concesse misure alternative alla detenzione carceraria, rispettino gli obblighi imposti dall’Autorità Giudiziaria.
In tal senso analoghi controlli, predisposti dal Comando Provinciale Carabinieri di Ragusa, proseguiranno nei prossimi giorni in tutta la provincia.