Festa della donna: gli appuntamenti in provincia di Ragusa per l’8 marzo

100

Sono diverse le iniziative che coinvolgeranno il territorio ragusano in occasione dell’8 marzo, Giornata internazionale della donna. Momenti di riflessione che partono dall’amara constatazione che ancora oggi le donne nel mondo devono lottare per il riconoscimento dei propri diritti.

Non festeggiare bensì parlare della donna. Questo il senso del doppio appuntamento organizzato a Ragusa dall’Amministrazione comunale.
Dopo lo spettacolo teatrale “Retrospettive”, alla Scuola dello Sport, ideato e diretto da Ilenia D’Izzia. I testi sono di Chiara Ottaviano, Ilenia D’Izzia e Stefano Benni, le musiche di Giacomo Schembari, c’è un altro appuntamento in programma domenica alle 17.00 al Centro servizi culturali di via Diaz. Si tratta di una conferenza sul tema “8 marzo e le donne… per raccontare per raccontarsi”, che vedrà le testimonianze di diverse donne locali: Giulia Schembari, Giuseppina Pavone, Stefania Campo, Valentina Spata, Giovanna Dipaola, Giovannella Spina Barbagallo e Rossella Schembri.

Sempre domenica, a partire dalle 17.30, il circolo “Pippo Tumino” del Pd di Ragusa promuove un incontro sul tema “Ragazze di oggi, donne di domani”, aperto ad iscritti e simpatizzanti, che si terrà nella sede di via Sant’Anna 193 . Il docente Giovanni Carfì si soffermerà sul tema “Il mondo giovanile chiama”, Tonino Solarino, psicologo e docente, parlerà de “Il rapporto tra famiglia e adolescente”. Interverranno poi Mariuccia Licitra, dirigente Servizi sociali, che si occuperà di affrontare il tema “Evoluzione della soggettività femminile”, mentre Francesca Schembari, assistente sociale primo consultorio familiare dell’Asp 7 di Ragusa, si intratterrà su “Adolescenza tra sogni, problemi e aspettative”. Prevista la presenza del psicologo Asp 7 Ragusa Carmelo Pignatelli. A chiudere i lavori la senatrice Pd Venerina Padua.

A Vittoriadomenica alle ore 19.00 presso la Chiesa Evangelica di via Fratelli Bandiera, la Compassion Italia Onlus promuove un incontro con Jennifer Gitiri, ex bimba delle baraccopoli kenyote diventata avvocato grazie al sostegno a distanza offertole da una coppia americana. La storia di Jennifer è lʼincredibile viaggio di una giovane diventata una donna determinata, grazie al supporto e allo sprone continuo dei cooperanti Compassion e dei suoi genitori a distanza. La testimonianza di Jennifer (di cui potete trovare unʼanticipazione) è un insegnamento di vita e sarà estremamente utile a quanti pensano di adottare un bimbo a distanza ma nutrono dubbi su metodi, circostanze e gestione delle risorse.

Nei giorni 7 e 8 marzo si parla anche di solidarietà. La Gardenia dell’AISM torna in oltre 4.000 piazze italiane. Anche nel Ragusano sarà possibile, a fronte di un contributo minimo, prendere una gardenia e finanziare progetti di ricerca e al potenziamento di servizi per le persone colpite da sclerosi multipla, in particolare per le donne a cui questa manifestazione è dedicata.