Isolato il Donnafugata Resort, la piaga dei furti di rame mette in ginocchio il turismo

5
furti_di_rame

È stato solo l’ultimo di una lunga serie di furti di cavi Telecom quello che si è verificato questa notte e che ha lasciato isolata l’intera zona dove si trova il Donnafugata Resort. Quattrocento i metri di cavo che i ladri hanno portato via, del tutto indisturbati. Furti di rame analoghi nella zona si erano verificati mercoledì scorso e sabato scorso. Ogni volta i tecnici della Telecom non hanno fatto in tempo a ripristinare il servizio che i malviventi sono tornati a colpire nuovamente.

“Non si tratta soltanto del fatto che siamo nell’impossibilità totale di lavorare – lamenta il direttore della struttura, Matteo Sferrino – ma anche di un’immagine negativa per tutto il territorio. Pensiamo per esempio ai turisti stranieri o del nord Italia che soggiornano e che sono nell’impossibiltà di collegarsi a internet: pensano di essere arrivati praticamente nel terzo mondo”.

Colpita, in questi ultimi giorni, anche la zona dove sorge l’Eremo della Giubiliana. Le denunce sono state sporte ai carabinieri di Ragusa che stanno effettuando le indagini e sono al lavoro per cercare di risalire ai responsabili. “Non è mai facile – dice il comandante provinciale Sigismondo Fragassi – per la vastità e la morfologia del territorio. Ma il nostro impegno, fino a quando non si cambieranno i cavi dal rame all’alluminio, sarà sempre massimo”.