Tutti col naso all’insù. Solo oggi c’è la “Luna Blu”

0
Luna_Blu_ragusah24
foto tratta dal sito della Nasa / Image Credit & Copyright: Dylan O'Donnell

Spettacolare ed emozionante il cielo di luglio che abbiamo avuto la possibilità di ammirare quest’anno.

Il mese è iniziato infatti con il bacio tra Venere e Giove e si conclude stasera con la “Luna Blu” accompagnata dagli ultimi sciami delle meteore di luglio che solcheranno la volta celeste regalandoci qualche “stella cadente”.

Ma vediamo nel dettaglio cosa si intende per “Luna Blu”. Partiamo quindi da una dovuta precisazione. Il nostro satellite naturale non cambierà colore, come accade a seguito del processo di rifrazione che determina il fenomeno della “Luna Rossa”, ma rimarrà argenteo.

Ma allora se la luna non diventa blu perché si chiama “Luna Blu”? 

Il termine “blue moon”, da cui prende in prestito il nome questo evento astronomico, non è altro che un’espressione popolare inglese con cui si indica un accadimento inusuale, raro e difficile da comprendere.

La Luna Blu , infatti, si verifica in media una volta ogni tre anni e si riscontra quando in un mese sono presenti due pleniluni anziché uno.

L’ultima volta è stata ad agosto del 2012 e la prossima sarà a gennaio del 2018.

Ma stasera intanto a partire dalle h 20.19 potrete godervi la seconda luna piena di questo mese.

E quindi tutti col naso all’insù a guardare la “Luna Blu”.