Malato, si sentiva di peso per i familiari. E ha tentato insano gesto

5

Si era allontanato di casa alle prime ore dell’alba di ieri un ottantenne modicano con il chiaro intento di lanciarsi nel vuoto dal viadotto della s.p. 194 nella c.da Quartarella, dove si era recato a bordo della sua autovettura.

I familiari che da qualche settimana, accudivano l’anziano dopo che questi era entrato in uno stato di profonda depressione avendo scoperto una grava malattia che gli stava logorando le ossa, a seguito di ricerche che davano esito negativo si rivolgevano alla Polizia di Stato che prontamente avviava le ricerche dell’uomo, temendo il compimento di un insano gesto.

L’immediata predisposizione dei servizi ed il perfetto coordinamento nelle operazioni di ricerca, consentivano ad una pattuglia del Commissariato di Polizia di Modica di intercettare l’autovettura in uso all’uomo,, sul cavalcavia della S.P. 194 Modica Pozzallo alla altezza della C.da Quartarella, posteggiata sul margine destro della carreggiata e con lo sportello lato destro aperto.

Alla vista degli agenti l’uomo ha tentato di lanciarsi nel vuoto, ma è stato subito bloccato. L’anziano ha raccontato che a seguito della malattia si sentiva di peso per i suoi familiari e voleva farla finita. 

Ora è stato portato all’ospedale Busacca per essere curato.