La Pasticceria Di Pasquale chiude i battenti. I titolari: “La qualità non è stata apprezzata dai Ragusani”

32

Dal 1° luglio 2016 la storica Pasticceria Di Pasquale di Ragusa cesserà la propria attività.

Una decisione presa dai fratelli Enzo e Ciccio Di Pasquale dopo 3 anni di grandi difficoltà economiche, dovute a molti fattori: un’economia in crisi, la proliferazione di nuove realtà e di nuove abitudini, anche culinarie.

Purtroppo non riusciamo a coprire i costi della nostra attività – ci racconta Enzo, evidentemente amareggiato – Noi abbiamo da sempre basato tutto sulla qualità, ma ci siamo resi conto che ciò non è stato apprezzato dai nostri concittadini. Ad un certo punto i ragusani ci hanno voltato le spalle, preferendo prodotti economici, ma dalla dubbia qualità.
Negli ultimi anni riuscivamo a lavorare solo esportando all’estero, soprattutto in Francia e Spagna, e ciò ci ha fa comprendere che in ambito internazionale siamo ancora molto apprezzati.  Per questo, quasi sicuramente,  ci occuperemo esclusivamente di esportare le nostre creazioni”.

La Pasticceria Di Pasquale fu fondata da Giovanni Di Pasquale nel 1950 trasferendovi tutta l’arte appresa lavorando presso le più rinomate pasticcerie siciliane. L’attività poi era passata nelle mani dei figli, che l’hanno gestita insieme all’immancabile supporto di mamma Giovanna.

Che siate stati clienti oppure no, è fuor di dubbio che il 1° luglio insieme alla Pasticceria Di Pasquale, si chiude anche un pezzo di storia ragusana.