Tre tentativi di furto in una casa di Punta Secca nell’arco di appena dodici ore. I Cc arrestano ladro

5
punta secca

I membri di una famiglia modicana in vacanza a Punta Secca, mentre erano intenti a fare colazione, hanno sentito qualcuno armeggiare intorno alla porta e tentare di aprirla a spallate o a calci. Allarmati, si sono affacciati urlando e hanno visto un ragazzo fuggire a piedi.

All’arrivo dei carabinieri, i componenti della famiglia hanno spiegato che già nel corso della notte era accaduta una cosa analoga ma avevano pensato a un ubriaco che magari aveva sbagliato casa tant’è che se n’era subito andato appena uno di essi s’era affacciato dalla finestra. Solo dopo hanno realizzato che forse era lo stesso ladro del mattino seguente.

A questo punto i militari e i denuncianti sono andati in giro per Punta Secca a cercare il ragazzo che aveva tentato poco prima lo scasso. Erano fuori da pochi minuti quando uno dei figli, rimasto in casa “di sentinella” ha chiamato chiedendo di ritornare subito poiché c’era qualcuno che stava tentando di sfondare la porta. Il ladro tunisino, pensando che se ne fossero andati tutti in spiaggia, era ritornato per finire il lavoro.

E si è trovato poco dopo in compagnia dei carabinieri che, perquisitolo e ammanettatolo, lo hanno portato in caserma e arrestato con l’accusa di tentato furto in abitazione aggravato e continuato.