Il Consorzio di Tutela del Cerasuolo di Vittoria Docg, conquista importanti riconoscimenti

1

Sono state riconosciute al Consorzio di Tutela del Cerasuolo di Vittoria Docg con apposito decreto dal Ministero delle Politiche Agricole, ai sensi della Legge n.238, le attività di rappresentanza e controllo dei vini a Denominazione di Origine Cerasuolo di Vittoria DOCG e Vittoria DOC. L’attesa notizia è stata annunciata lunedì 10 Aprile scorso in occasione del tasting svoltosi nella padiglione Sicilia del Vinitaly a Verona, organizzato dalla rivista Cronache di Gusto. Un passo importante che evidenzia come il Consorzio sia l’unico soggetto incaricato dal Ministero allo svolgimento delle funzioni di tutela, promozione, valorizzazione, informazione del consumatore e cura generale degli interessi per i vini di qualità del territorio. Al Consorzio è stata pure riconosciuta la possibilità ad esercitare le sue stesse funzioni nei confronti di tutti i soggetti inseriti nel sistema di controllo anche non associati al Consorzio (autorizzazione “Erga Omnes”).  Insomma, tutela a 360°.

Grazie all’Erga Omnes il Consorzio di Tutela dell’unica Docg del sud Italia potrà ulteriormente contribuire alla valorizzazione di un territorio dalle grandi potenzialità enologiche e allo stesso tempo garantire al consumatore che tutti i produttori svolgano le attività di produzione, non solo nel pieno rispetto delle normativa, ma anche secondo un modello di sostenibilità ambientale, sociale ed economico che accredita una produzione vinicola verso un’eccellenza che partendo dalla qualità conservi un paesaggio che sia un modello di crescita turistico-enogastronomico.

Siamo davvero soddisfatti del grande risultato ottenuto – afferma il Presidente del Consorzio, Massimo Maggio – Un grazie va ai colleghi produttori che hanno creduto nel Cerasuolo attraverso il Consorzio, permettendoci di essere uno dei Consorzi d’Italia con la più alta rappresentanza degli attori della produzione. Ma raggiunto un traguardo siamo nuovamente sulla linea di partenza per nuovi obiettivi che riguardano gli aspetti di tutela, controllo e promozione anche attraverso proficue collaborazioni con le istituzioni e con il Consorzio della Doc Sicilia”.

Il territorio del Cerasuolo di Vittoria sta suscitando sempre maggiore interesse fra i winelovers nonostante una produzione che non ha grandi numeri (circa 800mila bottiglie all’anno), grazie alla bravura dei produttori che limitano la produzione alle zone più vocate all’interno dell’areale di produzione selezionando solo le migliori uve di Nero d’Avola e Frappato. Un vino che incontra sempre maggiori consensi anche verso un pubblico più esperto che lo contraddistingue nel panorama vinicolo regionale per le spiccate doti di freschezza ed eleganza tanto da definirlo un’eccellenza quotidiana.