Mamma e figlio litigano, e lasciano l’auto al centro della carreggiata

2
Immagine di repertorio

Una macchina abbandonata alla meno peggio al centro della carreggiata sulla Ragusa-Modica ha creato stamani scompiglio tra gli automobilisti che hanno richiesto l’intervento della Polizia di Stato. La segnalazione dalla sala operativa della questura è passata al comando della polizia stradale che subito ha fatto intervenire sul posto una pattuglia. Sono stati gli agenti a verificare che a bordo c’erano la madre e il figlio 38enne, entrambi modicani. Il tutto subito dopo aver messo in sicurezza il mezzo lasciato senza chiusure di sicurezza e in procinto di una curva.

Secondo quanto riferito dalle forze dell’ordine dopo aver rintracciato il ragazzo, pare che a seguito di un litigio tra i due, il 38enne abbia rallentato l’andatura del mezzo e la madre sia scesa, procedendo a piedi verso Ragusa. Il giovane, avrebbe ripreso la marcia, ma forse colto da sensi di colpa, avrebbe lasciato la macchina alla meno peggio, dove è stata trovata dagli agenti, e sarebbe andato a piedi alla ricerca della madre che, nel frattempo, avrebbe preso il passaggio di un automobilista, per proseguire verso Ragusa.

Sono stati gli agenti della polizia stradale, dopo aver messo in sicurezza il mezzo, grazie al fatto che non vi erano le portiere ermeticamente chiuse, ad andare alla ricerca del 38enne modicano, trovato poco distante in evidente stato confusionale. È stato dunque richiesto l’intervento dell’ambulanza del 118 per il trasferimento all’Ospedale Maggiore per accertamenti.

L’aver lasciato l’auto incustodita al centro della carreggiata rappresenta una palese violazione al Codice della Strada, su cui hanno operato gli agenti della stradale. Se poi madre e figlio siano riusciti a risanare, nelle ore successive, le evidenti divergenze e risolvere la questione lo sapranno solo i protagonisti di questa singolare vicenda.