Un ambulatorio solidale alla parrocchia San Pietro

23

“Un luogo concreto qui a Ragusa dove prendersi cura delle persone che vivono nel disagio della sofferenza”. Queste le parole del vescovo di Ragusa, Carmelo Cuttitta, ieri pomeriggio nel corso dell’inaugurazione dell’ambulatorio solidale, una realtà che nasce dalla collaborazione tra l’Ufficio Caritas, l’Ufficio di Pastorale della salute, la Parrocchia San Pietro e l’Ordine dei Medici e dei Farmacisti, con il Rotary di Ragusa. “Un ambulatorio – ha aggiunto il vescovo di Ragusa – rivolto alle persone più bisognose dove medici e anche personale paramedico è pronto a prendersi cura di queste persone che a volte non sanno dove andare e che non hanno nemmeno la disponibilità economica per curarsi. E dunque questo sistema di solidarietà altro non può essere se non il benvenuto”.

Il primo obiettivo dell’ambulatorio è quello di essere un “centro di ascolto sanitario”, ha ribadito Domenico Leggio della Caritas Ragusa. “Sono tante le persone che rinunciano alle cure ed alle visite, perché non riescono a pagare il ticket oppure devono dare precedenza ad altre preoccupazioni della loro vita o della famiglia. Questo servizio nasce proprio dal bisogno crescente nella nostra collettività, che viene sempre più rilevato dalle realtà ecclesiali e civili che operano nel territorio. E allora ci piace che questo ambulatorio solidale possa essere un centro di ascolto sanitario. La persona inviata qui attraverso le parrocchie o i centri di ascolto o le altre strutture a noi collegate troverà volontari competenti in settore sanitario che intanto le ascoltino e che poi siano in grado di orientarli alle varie consulenze mediche e cercare di capire le terapie più adeguate, in alcuni casi fornendo anche i farmaci alle persone che non possono permetterseli”.