Un anno di successi per la società B-Dharma Karate Ispica

202

Si è conclusa nel migliore dei modi la stagione sportiva della B-Dharma Karate di Ispica del Maestro Domenico Ruta. Un’annata ricca di prestigiosi successi. Sabato e domenica scorsa, infatti, ad Igea Marina, si è svolto il campionato italiano e gli atleti ispicesi hanno ottenuto, ancora una volta, straordinari risultati. Francesco Romano, Elisa Galifi e Francesco Galifi e si sono laureati, nelle rispettive categorie, campioni italiani di kata, espressione della forma ed eleganza dei movimenti. Come se non bastasse, Francesco Romano ed Elisa Galifi hanno ottenuto il secondo posto nella categoria kumitè, i combattimenti liberi. Matteo Iacono e Angelo Lorefice, nelle categorie seniores, hanno raggiunto le semifinali nelle rispettive categorie dimostrando le loro ottime qualità.

Anche il veterano Paolo Ferlisi ha raggiunto le semifinali fermato solamente dall’attuale campione mondiale ed europeo in carica. Matteo Iacono e Paolo Ferlisi hanno poi gareggiato nei combattimenti a squadre per regioni e sono stati decisivi nel raggiungimento del secondo posto assoluto. Il Maestro Ruta ha ricevuto i complimenti da parte di tutti gli altri maestri presenti e, cosa più importante, quelli del Maestro Miura capo tecnico della federazione italiana ed europea. La brillante stagione degli atleti ispicesi era iniziata con i successi nella gara internazionale svoltasi ad ottobre in Slovenia dove Matteo Iacono è stato oro nei kata e Paolo Ferlisi ha ottenuto la medaglia d’oro sia nella categoria dei kata che dei kumitè.

A gennaio altri notevoli risultati nella gara internazionale di Castel d’Ario, nella quale, presenti 11 Nazioni, Matteo Iacono è stato ancora una volta oro nei kata, Francesco Galifi, Elisa Galifi, Davide Floridia, Salvatore Romano, hanno ottenuto il secondo posto nelle rispettive categorie e Paolo Ferlisi si è classificato terzo. I risultati ottenuti da Matteo Iacono gli sono valsi la convocazione in Nazionale e, alla prima esperienza con la squadra azzurra, lo scorso mese di aprile, in Repubblica Ceca, il diciottenne ispicese, ha gareggiato come un vero e proprio veterano ottenendo due ori in una gara nella quale erano presenti atleti provenienti da otto Nazioni europee.

“Questa è la migliore risposta a tutti gli sforzi ed i sacrifici che tutti noi facciamo ogni giorno. Nulla nasce dal caso. Solo dedizione e meticolosità possono portare al raggiungimento dei risultati che i miei atleti stanno ottenendo in giro per l’Italia e per l’Europa. Abbiamo posto delle basi importanti ma non dobbiamo abbassare la guardia. Il prossimo anno ci saranno i campionati mondiali e noi cercheremo di essere presenti e protagonisti di questa importante manifestazione che si svolge ogni tre anni”.