A Marina la materna è ‘piena’, 20 bambini costretti a ‘emigrare’

399
Immagine di repertorio

 

A segnalare il problema è Angelo Laporta, per anni consigliere comunale, quest’anno rimasto fuori dall’aula nonostante una ‘valanga’ di voti.

“Mi corre d’obbligo intervenire su una questione di primaria importanza che sta  coinvolgendo parecchie famiglie residenti di Marina di Ragusa. Da qualche anno a questa parte, nonostante la nascita di altre due sezioni presso i locali della delegazione comunale di via Brin, si ripresenta puntualmente come ogni anno lo stesso problema, e precisamente quello che riguarda la struttura di via Portovenere che ospita la scuola dell’infanzia Quasimodo, oramai divenuta insufficiente ed inadeguata per poter accogliere quel numero di bambini  che di anno in anno risulta in continuo aumento per il forte incremento della popolazione residente. Quest’anno risultano circa venti i bambini che non potranno frequentare la materna di Marina di Ragusa e questo  diventerà sicuramente fonte di enormi disagi e problemi  soprattutto per i bambini ma anche per le famiglie, specialmente per quelle con entrambi i coniugi lavoratori, i quali  saranno  costretti  a cercare altre possibili soluzioni (disponibilità permettendo) nei paesi limitrofi di Donnalucata o Santacroce Camerina. 

Non ritengo giusto e neppure rispettoso nei confronti della comunità marinense continuare su questa farsa. La soluzione era sta individuata qualche anno fa in una assemblea tenutasi presso l’Istituto scolastico alla presenza della Giunta passata, dei tecnici comunali, del dirigente scolastico e dei genitori, dove si era deciso ed anche promesso di iniziare  l’iter per la realizzazione di altre aule nell’area di proprietà del comune adiacente l’Istituto, precisamente dove insiste attualmente un parcheggio. Di tutto ciò nulla si è fatto.

Si spera e lo speriamo tutti i residenti che la nuova amministrazione si faccia carico in tempi brevi di risolvere la questione”.