“Meglio il carcere che stare a casa col braccialetto”. E un giovane si fa arrestare

1337
Immagine di repertorio

Dopo il pranzo di Natale, ha deciso che non ce l’avrebbe fatta più a restare in casa, dov’era recluso per ricettazione di una cassaforte con tremila carte d’identità e tremila euro al Comune di Trapani.

Secondo quanto rivela il quotidiano Repubblica on line, il giovane avrebbe chiamato ai carabinieri dicendo: “Non ce la faccio più a stare in casa, adesso prendo questo braccialetto e lo spacco. Se lo deve mettere il giudice non io”.

Protagonista un giovane trapanese, che da quando aveva 14 anni ha problemi con la giustizia.

Dopo aver avvisato i carabinieri, il giovane ha rotto il braccialetto elettronico che portava al polso, è uscito di casa per fare una passeggiata in centro.

 

Ovviamente è stato individuato poco dopo.