9.5 C
Ragusa
mercoledì, 27 Marzo 2019

“Comiso senza Pace! Spazzatura in ogni dove”

235

È il titolo del post di Biagio Battaglia che condividiamo: 

Comiso senza Pace!
Spazzatura in ogni dove.

Casa Pacifista “Verde Vigna”, Contrada Billona, Comiso.
Ore 12.00, oggi, domenica, 3 marzo 2019

Eccoci qua, davanti al cancello d’ingresso della storica Verde Vigna di Comiso, ovvero, davanti a quella che fu la “centrale” del Movimento Pacifista durante le lotte nonviolente contro l’installazione dei missili nucleari puntati verso l’ex Blocco Sovietico.
Come ogni domenica, questo spazio, questa casa, diventa un luogo di incontro e di socializzazione. Come figli che tornano dalla propria madre ci si riunisce per scambiare opinioni, informazioni, calore. Ma anche per rinnovare l’amicizia e l’affetto che lega, ancora indissolubilmente, tutti coloro che alla Verde Vigna si sono formati, sono cresciuti e che sono riusciti a coglierne tutta l’energia positiva.

Stamani, invece, siamo testimoni di una Comiso senza Pace, di una Comiso invasa dalla spazzatura, di una Comiso le cui contrade sono vittime dello spregio di personaggi vigliacchi che scaricano i loro rifiuti in ogni dove, in ogni fazzoletto di terra possibile. Ed ora, tutto ciò, è successo anche davanti alla Verde Vigna stessa: ecco nel video qual’è la situazione che ci siamo trovati sotto ai nostri occhi.

La vergogna di Comiso, la vergogna che si trova in tante contrade ce la siamo ritrovati davanti al nostro cancello. Un atto di spregio, appunto. Una vigliaccata contro di noi che abbiamo osato denunciare, segnalare, protestare.

L’Amministrazione Comunale di Comiso è, oggi, retta da una persona che stimo apertamente e che è riconosciuta da tutti i suoi concittadini come persona seria e fattiva, ecco perché è arrivato il momento che prenda provvedimenti, anche drasticamente emergenziali.

Vogliamo, tutti, vivere in una città pulita e decorosa, come ce l’hanno lasciata i nostri genitori, i nostri padri e le nostre madri.
Comiso deve tornare ad essere libera dalla spazzatura, bella come negli anni novanta, solare come la nostra acqua in piazza.
Ora basta, per me, le parole sono finite”.

Il sindaco, Maria Rita Schembari, ha già assicurato rapidi provvedimenti.