I carabinieri sempre presenti sul territorio: arresti e denunce

124

Nel contesto di una serie di attività straordinarie di controllo del territorio, denominate “Estate sicura” svolto nel corso del weekend, mirate ad intensificare ulteriormente l’attività preventiva e repressiva, predisposte dal Comandante Provinciale di Ragusa, coordinate e dirette dalla Compagnia di Modica, i militari dell’Arma impiegati hanno sottoposto a specifico controllo il territorio di competenza del Comando Compagnia, con l’impiego di diverse pattuglie.

Il bilancio conseguente i controlli è di:

  • un arresto operato dai militari della Tenenza di Scicli di un cittadino Tunisino B.O.R. di anni 29, già colpito da precedenti, per violazione di reati in materia di stupefacenti, trovato in possesso a seguito di perquisizione personale di 475 di “HASHISH”, al termine delle operazioni è stato tradotto presso la casa circondariale di Ragusa;
  • una denuncia in stato di libertà operata dal Nucleo Operativo di Modica, a Scicli di un cittadino tunisino, N.Y. di anni 20, per violazione di reati in materia di stupefacenti, trovato in possesso a seguito di perquisizione personale di gr.20 di “HASHISH”;
  • la denuncia in stato di libertà a Pozzallo, operata dagli uomini della Stazione di Pozzallo, di due persone originari del Marocco, per aver posto in vendita in quel lungomare Pietre Nere borse e scarpe di marche prestigiose palesemente contraffatte. La merce, per un valore stimato di 2.000 euro circa, è stata posta sotto sequestro;
  • a Pozzallo, i militari dell’aliquota Radiomobile hanno denunciato in stato di libertà una donna, E.A. di anni 29, sorpresa alla guida della propria autovettura in stato di ebbrezza alcolica, accertato dai militari operanti con l’etilometro in dotazione, la patente è stata ritirata e verrà sospesa.

Nell’ambito delle medesime operazioni sono state identificate 75 persone, elevate diciotto contravvenzioni al Codice della Strada ed il sequestro di un’autovettura sprovvista di polizza assicurativa.

E anche durante quest’ultimo fine settimana i Carabinieri della Compagnia di Ragusa hanno presidiato il territorio della giurisdizione con numerose pattuglie al fine di contrastare i furti in abitazione, il fenomeno della guida in stato di ebbrezza e lo spaccio di sostanze stupefacenti.

L’attività ha consentito di riscontrare un calo dei reati predatori ed ha portato all’arresto, sabato notte, di due stranieri per il reato di detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio.

Il primo arresto è stato effettuato a Marina di Ragusa, sul molo di levante del porto turistico, luogo frequentato da numerose comitive di giovanissimi. È stato proprio lì che durante un controllo effettuato dalla Stazione di Marina di Ragusa i militari si sono accorti di alcuni movimenti sospetti ed hanno fermato un senegalese. I Carabinieri hanno quindi perquisito il 32enne ed hanno trovato, occultati nelle tasche e nei calzini 8 involucri contenenti marijuana per un totale di 7 grammi circa. La sostanza era sicuramente destinata allo spaccio ed è stata quindi sequestrata, mentre l’uomo, sinora incensurato, è stato arrestato e sottoposto agli arresti domiciliari.

Nella stessa notte a S. Croce Camerina la Sezione Radiomobile del Nor della Compagnia di Ragusa ha proceduto ad un secondo arresto. Si è trattato in questo caso di un 39enne tunisino trovato in possesso di 10 grammi di cocaina ed una dose di eroina destinate allo spaccio. L’uomo, già noto alle Forze di Polizia è stato associato alla Casa Circondariale di Ragusa.

Tutto lo stupefacente sequestrato sarà sottoposto alle consuete analisi qualitative presso il laboratorio dell’ASP di Ragusa.