Tristi che sia arrivato Settembre? Ecco qualche consiglio per ripartire

116

Settembre è, per quasi tutti, il mese della ripartenza.

Rientrando nei contesti in cui viviamo, specialmente a lavoro, dopo aver avuto la possibilità di una vacanza, è facile provare una sensazione come di ‘spaesamento’ e se a questo aggiungiamo il maltempo degli ultimi giorni, magari per molti, la malinconia diventa ancora più forte.

Ma non sono rari neanche i casi di chi vede in settembre il mese dei nuovi progetti, dei cambiamenti e delle svolte.

In ogni caso il nono mese dell’anno ha un impatto significativo tanto da un punto di vista pratico e organizzativo quanto da un punto di vista psicologico.

Come ripartire allora in modo costruttivo dopo la pausa estiva? 

Abbiamo fatto un giro nel web e abbiamo selezionato per voi i consigli che ci sono sembrati più utili e soprattutto più facili da mettere in pratica.

Tuffarsi in cambiamenti drastici o forzarsi raramente funziona. Così come non è produttivo continuare a trascinare le abitudine estive che, con il quotidiano ritmo di vita,  mal si sposano. Anche pensare alla prossima vacanza non è molto funzionale, rischierebbe di non farvi concentrare sul presente. Bisogna invece, crearsi una vita dalla quale non si vuol fuggire!

Il primo passo è di conservare ciò che di buono ci ha portato l’estate, lasciando andare ciò che invece non ci permette di ripartire. Le buone abitudine da perpetuare tutto l’anno sono quei momenti che abbiamo dedicato a noi stessi, al nostro benessere fisico e mentale. Molti di noi avranno letto di più, avranno dedicato più tempo ad ascoltare la musica o si saranno semplicemente concessi una pausa. E magari così avremo più consapevolezza di noi stessi e riusciremo a eliminare ciò che non ci rende felici.

In secondo luogo, dobbiamo lasciare andare la ‘follia’ delle vacanze che ci fa tornare con la mente ai giorni di ferie e non ci permette di apprezzare ciò che la fine della stagione estiva ha da regalarci.

Il consiglio finale che vogliamo darvi è quindi di vivere il presente, fare ordine e recuperare le energie: diamoci una direzione per noi significativa e partiamo!