Interruzione energia elettrica al nuovo ospedale. Ecco come stanno le cose

1030

Potrebbero protrarsi fino a mezzanotte i lavori di sostituzione delle cabine Enel che alimentano l’ospedale Giovanni Paolo II di Ragusa.

Un intervento programmato e, quindi, previsto, che ha lasciato senza energia elettrica una parte del nosocomio. Dal momento che i lavori si protraggono per più tempo rispetto a quello previsto, verrà collegato un gruppo elettrogeno.

Sono stati spostati un paio di pazienti del reparto di Emodinamica in Rianimazione per ragioni di prudenza.

“Non c’è alcuna situazione di emergenza in atto, una parte dell’ospedale è senza corrente perché l’Enel sta sostituendo le cabine come intervento programmato – ha dichiarato all’Agi il manager dell’Asp di Ragusa, Angelo Aliquò – ma la sostituzione sta durando più a lungo di quanto previsto. Per questa ragione tra poco verrà collegato un gruppo elettrogeno per permettere alle squadre di completare il lavoro. Nella valutazione a priori è stato ritenuto prudente trasferire due pazienti dalla Emodinamica alla Rianimazione. I primari ed i dirigenti sono comunque sul posto per monitorare la situazione”.