La festa dell’Immacolata all’Oratorio salesiano di Ragusa

58

Intenso fine settimana quello vissuto presso la comunità salesiana di Ragusa. Il tutto è iniziato sabato 7  sera nella chiesa di S. Maria Ausiliatrice con la veglia, molto partecipata, dedicata a Maria Immacolata, imperniata nella recita del Santo Rosario meditato e simboleggiato con i grani della corona  realizzati con cuori di carta e lumini.

Successivamente domenica 8 dicembre dopo la S. Messa, per la Solennità dell’Immacolata Concezione della B.V. Maria, nel cortile  Salesiano, la comunità si è riunita per la collocazione della statua di Maria Immacolata benedetta la sera precedente durante la veglia. Subito dopo è seguito il consueto Cerchio Mariano, per ricordare il 178° anniversario dell’Oratorio. Infatti, fu nel lontano 8 dicembre 1841 che  Don Bosco grazie ad un Ave Maria recitata insieme al giovane, orfano e analfabeta Bartolomeo Garelli diede inizio alla grande Opera Salesiana. A conclusione della preghiera, così come soleva fare Don Bosco e da tradizione di tutti gli oratori salesiani del mondo, è stato offerto dai Salesiani Cooperatori il “ classico” panino con la mortadella.

I festeggiamenti si sono conclusi in serata nel Teatro Don Bosco con l’Accademia dedicata a Maria interpretata dai giovani dell’oratorio: catechesi, teatro, gruppi formativi, con taglio di torta finale per il “compleanno” dell’oratorio.