Il Coronavirus non ferma l’umanità, donatore ragusano pronto a donare il midollo

1764
Immagine di repertorio

In un momento così difficile per la pandemia da COVID-19, in data odierna presso il Servizio Trasfusionale di Ragusa, sede del centro Donatori CD RG01, un donatore di midollo osseo risultato compatibile con un giovane paziente affetto da leucemia acuta e in attesa di trapianto, si è sottoposto a tutti gli accertamenti per procedere alla donazione del midollo.
Nel pieno rispetto della totale sicurezza del donatore, oltre ai routinari prelievi ematici e ai controlli strumentali radiologici e cardiologici – eseguiti grazie all’abituale piena disponibilità dei colleghi, nonostante l’urgenza della richiesta -, è stata effettuata, in aggiunta al normale protocollo, anche la ricerca del COVID-19, come da nuove disposizioni del Registro Nazionale dei Donatori di Midollo Osseo    – IBMDR -, tampone eseguito dal personale del Dipartimento di Prevenzione che si è messo prontamente a disposizione.
Il Centro Donatori di Ragusa CD RG01, conta ad oggi più di 2700 donatori iscritti e nei vari anni ha rintracciato ben 12 donatori che con il loro gesto hanno salvato 12 vite.