La protesta dei Ristoratori Uniti Siciliani oggi pomeriggio a Ragusa

1401

l comitato autonomo “Ristoratori Uniti Siciliani” della provincia di Ragusa protesta in piazza San Giovanni nel capoluogo per denunciare il rischio di collasso finanziario.

Oggi pomeriggio si è dato vita all’iniziativa con cui non si chiede assistenzialismo ma misure per una futura riapertura, che siano collegate a tutele sanitarie ed economiche, per non costringere i ristoratori a licenziare collaboratori e/o a chiudere le attività.

Ognuno ha portato una sedia, da sempre simbolo di accoglienza e gesto di ospitalità e indosseranno un camice monouso e una mascherina chirurgica con una “X” rossa stampata, questi ultimi a simboleggiare il grave disagio e l’insicurezza per un futuro ormai incerto e compromesso.

Nel corso della manifestazione consegnate le chiavi dei locali al primo cittadino Peppe Cassì, presente in piazza.