Beccati dalla Capitaneria di Porto due sub a caccia di ricci di mare

155

Nuova operazione di contrasto alla pesca illegale del riccio di mare, effettuata nel territorio di Marina di Ragusa dal personale militare della Capitaneria di Porto di Pozzallo. Durante l’attività di pattugliamento costiero del litorale, in prossimità del molo di sottoflutto del porto turistico di Marina di Ragusa, venivano notati dei sub in attività, sui cui si decideva di effettuare una verifica. Da subito i militari individuavano che l’oggetto della battuta di pesca erano i tanto richiesti “ricci di mare”, che erano stati catturati in maniera non regolamentare. I due sub, infatti, avevano pescato un quantitativo ben oltre il limite di 50 esemplari (numero massimo fissato dalle disposizioni normative per i pescatori non professionali), che poi è risultato essere prossimo ai 500. Pertanto si è proceduto all’identificazione dei due (entrambi uomini, maggiorenni, provenienti dalla provincia di Siracusa) nei confronti di cui è stato redatto il previsto verbale di illecito amministrativo (sanzione pecuniaria di € 2.000) collegato alla sanzione accessoria del sequestro del pescato. Gli ricci, ancora vivi, sono stati poi rigettati in mare con l’ausilio del battello veloce GC A07.