Sbarco a Pozzallo. Ammatuna chiede di eseguire subito i test

137
Immagine di repertorio

Nel pomeriggio di oggi, la motonave Cosmo ha proceduto a consegnare nel porto di Pozzallo 108 migranti, di cui: 98 uomini, 12 donne di cui 6/7 gravide, due minori (un bimbo di 8 mesi e una bimba di 5 anni). Pozzallo con la sua tradizionale cultura dell’accoglienza, non si è mai tirata indietro, ma come più volte ribadito, esige massima attenzione sulle condizioni sanitarie deimigranti. Ecco perché si ritiene opportuno – ha precisato il sindaco Roberto Ammatuna – eseguire subito i test per accertare eventuali infezioni da covid-19. Era questo un impegno assunto da tutte le autorità preposte, nell’esclusiva salvaguardia della salute di tutte le popolazioni coinvolte nel fenomeno migratorio. Ed in tal senso, il primo cittadino ha ricevuto risposta positiva, da parte della Prefettura e dall’Autorità sanitaria, che i test sui 108 migranti saranno eseguiti immediatamente dopo lo sbarco.

Le operazioni di sbarco avverranno il prima serata ed è già stato predisposto il cordone sanitario per garantire massima sicurezza durante le operazioni previste.

“Ringrazio il Prefetto e l’Autorità sanitaria che hanno accolto con estrema celerità la mia richiesta – afferma il Sindaco Ammatuna – e mi sento quindi di tranquillizzare i miei concittadini sulla sicurezza delle operazioni di sbarco e sulla gestione successiva dei