Abusivismo demaniale, parzialmente chiuso un locale a Pozzallo

547

Il Comando della Capitaneria di Porto di Pozzallo, unitamente al Comando della Polizia Locale di Pozzallo, alla Soprintendenza dei beni culturali ed ambientali di Ragusa ed all’ASP di Ragusa, ha espletato una complessa attività di controllo e contrasto al fenomeno dell’abusivismo demaniale marittimo lungo il litorale di Pozzallo.

Nello specifico le attività si sono concentrate su un noto locale dove gli agenti hanno riscontrato numerose difformità dal punto di vista demaniale, paesaggistico, del rispetto delle prescrizioni dell’Ordinanza balenare ed, infine, sia dal punto di vista della conservazione degli alimenti sia, in generale, dal punto di vista igienico sanitario. La complessità dell’operazione ha prodotto molteplici contestazioni a carico del titolare della società, anche di natura pecuniaria, alcune delle quali hanno portato alla parziale chiusura dell’esercizio per le scarse condizioni igienico sanitarie in cui gli ispettori del Dipartimento di Prevenzione Veterinario e Servizio Igiene, Alimenti e Nutrizione dell’ASP hanno trovato i locali. Sono stati rimossi numerosi lettini, sdraio, ombrelloni, camminamenti in legno posti al di fuori della zona di concessione ed è stato restituito alla pubblica fruizione parte del litorale prima, di fatto, circoscritto abusivamente.

La particolarità della struttura, inoltre, ha portato i militari della Capitaneria di Porto a constatare come l’iniziale attività di stabilimento balneare, per la quale la società aveva chiesto la concessione anni prima, fosse stato sostituito con l’esercizio esclusivo di ristorazione a tempo pieno. L’operazione si inserisce nel novero di una nuova strategia che la Capitaneria di Porto ha adottato, in sinergia con le altre Amministrazioni che operano sul territorio, per contrastare in maniera efficace il fenomeno dell’abusivismo demaniale che porta alle evidenti nefaste conseguenze di natura paesaggistica ed ambientale per il nostro territorio. Tale attività, infatti, è destinata ad essere ripetuta e rafforzata, proprio a dimostrazione di una nuova era in termini di interventi sul territorio ed a riprova di una rinnovata forte presenza di tutte le articolazioni della buona amministrazione in grado di contrastare, in termini di risultati e di prevenzione, ogni forma di illegalità che da anni affligge questa meravigliosa parte della Sicilia.