Vespero Musicale si chiude il 28 agosto con Bach

37

L’intenso programma agostano di Vespero Musicale si concluderà venerdì 28 agosto – sempre alle 21 nell’atrio di Palazzo San Domenico a Modica – nel segno di Johann Sebastian Bach.

Protagonista ne sarà infatti Adriano Maria Fazio, che col suo violoncello barocco attraverserà le sfumature del grande padre della storia della musica e, con un raffinato programma musicale, lo metterà idealmente in dialogo con le opere di Giovanni Battista degli Antonii.

Il violoncello presta la sua voce a pagine musicali non scritte appositamente per lui, offrendo una versione ancora più struggente delle opere in programma”, spiega Fazio, che com’è nel suo stile prediligerà la dimensione intima dell’esecuzione musicale: “Come la IV suite di J. S. Bach, che pur apparendo contorta e accartocciata su stessa, mostra il suo malinconico splendore. Un tripudio di note, armonie virtuose e polifonie fiorite, che però riflette la nostra intima e solitaria condizione. E poi un cenno agli albori italiani, di quella che fu la lunga emancipazione violoncellistica: Degli Antonii ricerca la forma nelle sonorità caratterizzanti dello sconosciuto, che pareva ancora intimorito dall’incertezza del suo futuro”.

Adriano Maria Fazio, originario di Termini Imerese, indicato da BR-Klassik come “nuovo maestro del violoncello barocco”, è tra i talenti più in vista a livello internazionale della più giovane generazione di violoncellisti specializzati nel repertorio barocco e nella prassi esecutiva storicamente informata. Ha al suo attivo tre pubblicazioni discografiche tutte unanimemente accolte con grande favore dalla critica internazionale, collaborazioni artistiche con i più autorevoli rappresentati della scuola italiana di prassi esecutiva barocca, partecipazioni a trasmissioni radiofoniche di RAI Radio 3 e una presenza in alcune delle più note sale e stagioni concertistiche in Italia e all’estero. Nel febbraio 2018 ha debuttato a Roma da solista per la prestigiosa Istituzione Universitaria dei Concerti.

Una chiusura davvero significativa, dunque, per questa terza edizione del festival di musica barocca organizzato dall’Associazione Mozart Italia sede di Modica, realizzata quest’anno innanzitutto col desiderio di riportare i musicisti sul palcoscenico dopo lunghi mesi di assenza e di tornare a offrire al pubblico la possibilità di condividere momenti di cultura e di bellezza: “Aspettiamo tutti a quest’ultimo concerto – dichiara la presidente Anna Maria Spoto – per ringraziare affettuosamente il pubblico della sempre calorosa  presenza a tutti i suggestivi appuntamenti di quest’estate”.