Genitori incerti sull’avvio della scuola? Non siete i soli: ecco perché

117

I sentimenti con cui i genitori siciliani stanno affrontando la riapertura della scuola dopo la ‘serrata’ per il Covid sono di incertezza e preoccupazione.

È quanto emerge da un’indagine Ipsos, secondi cui oltre 7 genitori siciliani su 10 (71%) non avevano ricevuto alcuna comunicazione ufficiale dalle scuole dei propri figli sulle modalità organizzative e sulle norme comportamentali per il prossimo anno scolastico. Solo poco più di 1 genitore su 5 (22%) sapeva già se la classe del proprio figlio sarebbe stata divisa in gruppi.

La ricerca “La scuola che verrà: attese, incertezze e sogni all’avvio del nuovo anno scolastico”, contiene anche una rilevazione condotta in esclusiva da IPSOS per Save the Children e  delinea la percezione dei genitori al momento della rilevazione, a pochi giorni dalla ripartenza del nuovo anno scolastico.

Per il nuovo anno, in Sicilia quasi 7 genitori su 10 (67%) dichiarano di avere preoccupazioni relative al rientro a scuola; la principale è data dai rischi legati al mancato distanziamento fisico (50%), seguita dall’incertezza circa le modalità di ripresa (49%) e quindi dalle possibili variazioni di orario di entrata/uscita da scuola che potrebbero non essere compatibili con gli impegni lavorativi dei genitori (31%).

La preoccupazione per le condizioni economiche peggiorate negli ultimi mesi, si riflette anche sul rientro a scuola: più di 1 genitore su 10 crede di non potersi permettere l’acquisto di tutti i libri scolastici.