Più zone rosse ma niente lockdown nazionale: la linea del governo (diviso)

660

C’è un rallentamento nella curva dei contagi. È la prima volta dall’inizio della ‘seconda ondata’. Ma c’è un dato che preoccupa: i ricoveri non si fermano e gli ospedali rischiano di andare in tilt.

Il governo spera in un rallentamento nei numeri dei ricoveri per evitare un nuovo lockdown nazionale.

L’idea è quella di aumentare le zone rosse, ma non di chiudere tutto. La prossima settimana una nuova valutazione della situazione per prendere le decisioni.

L’obiettivo resta quello di scongiurare un Natale in lockdown: con un crollo dei consumi e quindi dell’economia.

Resta il nodo scuola: Azzolina pressa per tenerla aperta, ma in tanti vogliono optare per la didattica a distanza anche per i più piccoli.