Sulla panchina davanti alla scuola, con libri e pc. Lucia: “Presente al 100%”

504
Immagina tratta dal profilo Instagram

“Chi apre la porta di una scuola chiude una prigione”. Lucia Molè ha scelto una frase di Victor Hugo per spiegare il senso del suo gesto: semplice, senza la ricerca di un clamore, che è vissuto più come bisogno interiore che come ‘protesta’, anche se spera che questo serva per far capire come i ragazzi, una parte di loro perlomeno, vorrebbero tornare in aula.

Il suo messaggio è ‘forte’: questa studentessa di quarto ginnasio al Liceo Umberto I di Ragusa si è piazzata su una panchina fuori dalla scuola, ha messo accanto a sé il cartello, ha aperto il suo pc e ha iniziato da lì la sua lezione a distanza.

Il retro del Pc dice tutto: “Presente 100%”. Lucia non è sola, perché accanto ha i suoi genitori. Nessuno ancora l’ha seguita, ma mai dire l’ultima parola. Perché il suo gesto semplice può suscitare una condivisione.